La ormai famosa Mini imu di gennaio 2014 si pagherà. Così è stato deciso dal Governo che ha dato il via libera all'aumento delle aliquote della Tasi per riuscire a trovare 1 miliardo di euro di coperture che era mancante. Vediamo allora come eseguire il calcolo della Mini Imu e  quali abitanti e quanto dovranno pagare in base alla città in cui risiede l'immobile.

Calcolo Mini Imu Gennaio 2014: aliquote città per città

La Mini Imu sarà pagata soltanto dai cittadini che risiedono in uno dei 2398 comuni che hanno aumentato l'aliquota  oltre il 4 per mille. Con questa tassa il cittadino pagherà il 40% della differenza tra il 4 per mille e la nuova aliquota, che varia da città a città  e arriva a toccare anche il sei per mille. 

Il calcolo della Mini Imu si deve fare partendo dalla base imponibile, trovabile con la rendita catastale rivalutata del 5% moltiplicata per il coefficiente di riferimento.

A questo va poi aggiunta l'aliquota del 4 per mille e quella dei singoli comuni che l'hanno aumentata.  A questo punto una volta sottratte eventuali detrazioni (figli a carico, prima casa ecc) si deve calcolare il 40% di questa somma dovuta per sapere quanto sarà la Mini Imu. Per fortuna ci sono molti siti online che vi aiuteranno e vi permetteranno di calcolare l'importo semplicemente compilando i campi. Fate riferimento al sito del vostro comune che dovrebbe mettere a disposizione questi calcolatori.

Mini Imu 2014: quali città pagano e come fare

La Mini Imu va pagata entro il 24 Gennaio 2014, e tutte le principali città sono interessate. Dalle metropoli come Roma, Milano, Napoli e Torino, passando per le altre grandi città come Firenze, Brescia, Potenza, Udine, Cagliari, Taranto, Trapani, Lecce, Venezia, Como, Palermo, Caltanissetta, Caserta, Brescia, Potenza, Catanzaro. 

Vi ricordiamo infine che per pagare la Mini Imu di Gennaio 2014 potrete utilizare un modello F24 tramite il vostro Home Banking, o recandovi agli sportelli di poste e banche.

I migliori video del giorno

Per la giusta compilazione troverete tutte le istruzioni sul sito web della Agenzia delle Entrate (agenziaentrate.gov.it), con diversi esempli esplicativi.