Il #CUD costituisce la certificazione unica dei redditi di lavoro dipendente, assimilati e di pensione che il datore di lavoro o l’ente pensionistico sono tenuti a consegnare ai dipendenti o ai pensionati per certificare l’importo complessivo dei redditi corrisposti nell’anno precedente; il modello CUD va rilasciato in duplice copia entro e non oltre il 28 febbraio 2014 o entro 12 giorni dalla richiesta presentata dal dipendente nel caso sia cessato il rapporto di lavoro.



Similmente a numerose altre fattispecie fiscali, anche le norme che regolano la consegna del CUD hanno subito delle modifiche in questo 2014; facciamo allora il punto specificando istruzioni, info su modello online e cartaceo e termini di presentazione per dipendenti e pensionati #Inps.

CUD 2014: istruzioni, modalità di presentazione e rapporto con la dichiarazione dei redditi

Detto dell’obbligo del datore di lavoro e dell’ente pensionistico, va specificato che il CUD 2014 può essere rilasciato in formato cartaceo o in modalità elettronica; in quest’ultimo caso il datore di lavoro sarà tenuto a compiere una verifica circa l’effettiva possibilità da parte del lavoratore di ricevere messaggi di posta elettronica, mentre l’INPS sarà al contrario tenuto a fornire delle apposite credenziale di accesso (User e Password) per consentire il download del modello CUD 2014 dal pc.



In alternativa, il CUD 2014 può essere inviato al proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) previo invio di un’apposita richiesta all’indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it. Contribuenti e pensionati che nel corso del 2013 abbiano maturato esclusivamente i redditi riportati all’interno del CUD, stando al dispositivo normativo vigente, risultano esonerati dalla presentazione della #Dichiarazione dei redditi presso l’Agenzia delle Entrate; qualora abbiano invece percepito altre tipologie di redditi sono tenuti a verificare se e in quale misura possano sussistere le condizioni per l’esonero.



Abbiamo già fatto riferimento al ruolo ricoperto dall’INPS nell’invio del CUD 2014 ai pensionati; lo stesso istituto ha recentemente aggiornato caratteristiche, requisiti e modalità di richiesta dell’Assegno Sociale per l’anno in corso.



Per il rilascio del CUD 2014 c’è tempo sino al 28 febbraio, la stessa scadenza fiscale connessa all’obbligo di comunicazione dei dati concernente la dichiarazione annuale IVA 2014; in questo caso la procedura può essere però espletata esclusivamente per via telematica, direttamente o mediante intermediario abilitato.



Restando sempre in tema di scadenze fiscali, era stata fissato sempre al 28 febbraio il termine ultimo per poter fruire della Sanatoria Cartelle Equitalia, ma un recente decreto approvato dal Senato ha spostato il termine a fine marzo.