Quanti di voi hanno ricevuto una o più cartelle pazze da #Equitalia, cioè quelle che chiedono importi non dovuti o già saldati al Fisco? Bene, da oggi mercoledì 5 gennaio 2014 per fermare una cartella pazza di Equitalia basta andare sul sito della società e fare tutto comodamente on line.

La novità è stata annunciata dallo stesso Benedetto Mineo, l'amministratore delegato di Equitalia, il quale ha dichiarato che ''il fenomeno delle cartelle pazze è ormai un fenomeno del passato".

Il nuovo servizio web di Equitalia, appena attivato, consentirà a tutti i contribuenti di segnalare il ricevimento di una cartella esattoriale errata e di poter chiedere la sospensione della riscossione direttamente dal sito www.gruppoequitalia.it.

Rimangono operative le altre modalità di richiesta di sospensione di cartelle pazze Equitalia, ovvero la possibilità di presentare la domanda agli sportelli della società, di inviarla tramite raccomandata con ricevuta di ritorno, via mail o via fax.

Per la precisione, si puà richiedere ad Equitalia la sospensione di una cartella esattoriale se il debito è stato annulato direttamente dall'ente creditore, se il pagamento è già stato effettuato, se una sentenza è intervenuta annullando il debito.

Come segnala Mineo, durante gli ultimi anni Equitalia è riuscita ad arginare il problema delle cartelle pazze, dovuto in buona misura alla situazione precedente alla nascita di Equitalia, quando vi erano problemi e divergenze nel fornire i dati da parte degli enti creditori, cosa che ancora oggi può accadere e che porta la società di riscossione a dover lavorare alle volte con informazioni parziali o sbagliate.

I migliori video del giorno