Il modello 730 dev’essere presentato come di consueto anche quest’anno da chi esercita un lavoro dipendente o percepisce il trattamento pensionistico. Nel caso invece di coloro che hanno da dichiarare redditi collegati ad imprese o ad un qualche esercizio di arte e professione, tale modulo viene sostituito dal cosiddetto Modello Unico, che prevede al suo interno una compilazione con dati specifici e differenti.

Modello 730: a chi va consegnato

E’ possibile consegnare il modello 730 al CAF o al proprio commercialista di fiducia. Il modulo può essere compilato in separata sede o grazie all’assistenza di tali figure preposte, ma sarà necessario pagare la quota stabilita.

Si può inoltre consegnare al proprio datore di lavoro o ente pensionistico, nel caso in cui è stato reso noto entro la data del 15 Gennaio l’assistenza fiscale per l’anno di riferimento. In questo caso il documento dev’essere preventivamente compilato in ogni sua parte con la specifica riguardante il 5 e l’8 per mille.

Modello 730: i documenti da allegare

Per usufruire delle detrazioni fiscali, è necessario allegare al modulo documenti che attestino la condizione reddituale e le spese per cui è concesso lo sgravio. Nello specifico: insieme al CUD, sono da esibire gli scontrini, le fatture e le ricevute riguardanti spese mediche, rca, pagamenti di immobili in affitto, e una copia dell’ultima dichiarazione presentata, qualora in questa si fosse verificata un'eccedenza d'imposta.

I migliori video del giorno

Il Modello 730 va consegnato entro la data del 30 aprile 2014 al proprio datore di lavoro o all’ente pensionistico. Per quanta riguarda invece CAF e consulenti specializzati, la data slitta fino al 31 maggio.