Come noto, la sanatoria relativa alle cartelle di Equitalia già iscritte a ruolo scadrà il 31 marzo 2014, dopo che era stata effettuata una prima proroga rispetto alla originaria scadenza del 28 febbraio 2014.

Considerato tuttavia il grande successo dell'operazione che ha portato circa 300 milioni di euro in pochi mesi nelle casse dello Stato, si pensa ad un'ulteriore proroga dell'iniziativa che quasi sicuramente verrà spostata al 30 aprile se non addirittura al 31 maggio 2014, anche se al momento non è stata data alcuna conferma in merito. Considerando tuttavia l' adesione di circa 75 mila contribuenti, tale ipotesi può essere considerata più che plausibile.

Ricordiamo che la sanatoria prevede il pagamento delle cartelle iscritte a ruolo entro il 31 ottobre 2013 che dove essere tassativamente effettuato in un'unica soluzione e senza interessi di mora. È possibile stralciare le cartelle relative ai tributi locali (Comuni, Provincie e Regioni), agli uffici statali come i Ministeri e le Prefetture nonché le entrate erariali. In questo caso si intendono ad esempio i tributi quali IVA e IRPEF, anche in caso di rateazioni già avviate ma non ancora concluse. Sarà quindi possibile saldare in un'unica soluzione anche multe stradali o bolli auto.

Escluse invece dalla sanatoria sono le cartelle iscritte a ruolo relative a contributi INPS e INAIL.

Per maggiori dettagli o per avere conferma circa la proroga dell'iniziativa, vi invitiamo a consultare il sito dell' Agenzia delle Entrate e della stessa Equitalia.

I migliori video del giorno