In Italia chi ha il televisore in casa deve pagare il canone Rai. E' una tassa a tutti gli effetti, in quanto legata al possesso del televisore, ma c'è comunque una minoranza di utenti radiotelevisivi che, presentando domanda nel rispetto dei requisiti previsti, può ottenere l'esonero dal pagamento del canone Rai. Sono l'età ed il reddito a fare la differenza visto che l'esonero canone Rai è ottenibile da parte di chi ha almeno 75 anni con domanda da presentare entro e non oltre il 30 aprile di ogni anno.

Il reddito, riferito all'anno precedente, ed includendo anche quello del coniuge convivente, non deve inoltre superare la soglia dei 6.713,98 euro.

L'esonero canone Rai, quindi, è ottenibile da parte degli over 75 e dei neo 75enni a basso reddito. Ma a chi presentare la domanda? Ebbene, in accordo con quanto riporta FiscoOggi, il Quotidiano telematico dell'#agenzia delle entrate, la domanda di esonero può essere presentata presso uno degli uffici territoriali del Fisco, oppure si può inviare a mezzo plico raccomandato senza busta allo sportello S.A.T. della direzione provinciale dell’Agenzia delle Entrate di Torino - ufficio territoriale di Torino 1 - casella postale 22, 10121 Torino.

Per quel che riguarda la maturazione del requisito anagrafico di esonero dal pagamento del canone Rai, i 75 anni devono essere compiuti entro il 31 gennaio per chi paga la tassa di possesso del televisore annualmente, ed entro il 31 luglio per chi invece sceglie l'opzione del pagamento del canone Rai con versamento semestrale.

I migliori video del giorno



#Televisione