Il tanto atteso Bonus Irpef da 80 euro promesso da Renzi è arrivato nella busta paga del 27 maggio 2014, diversi milioni di italiani hanno trovato nel cedolino dello stipendio di maggio la voce "credito d'imposta" o "bonus" indicante appunto gli 80 euro in più.

Per ottenere il Bonus Irpef di Renzi non è necessario presentare alcuna domanda, sarà lo stesso datore di lavoro a fare i calcoli e ad accreditarlo a chi ne ha diritto, la procedura avviene quindi automaticamente, ma chi lo riceverà?

Bonus Irpef, 80 euro: chi ne ha diritto oggi e chi potrebbe riceverlo a breve

Ad averne diritto sono i lavoratori dipendenti siano essi assunti a tempo pieno, part time o con contratto di collaborazione, i disoccupati in cassa integrazione o in mobilità.

Inoltre il credito spetta anche ai lavoratori deceduti in rapporto al loro periodo di lavoro nel 2014: il Bonus Irpef verrà incassato dagli eredi.

Dal 2015 il #Governo Renzi ha promesso di mettere mano al capitolo previdenziale e lo stesso premier ha assicurato che, risorse permettendo, il Bonus Irpef da 80 euro verrà esteso anche a pensionati, a partite Iva ed incapienti. L'ultima novità in merito al Bonus Irpef riguarda la possibilità, la proposta é in discussione oggi alla Commissione Bilancio del Senato, di estenderlo anche alle famiglie monoreddito, con reddito fino a 31 mila euro, e con almeno 3 figli.

Bonus Irpef 80 euro: chi li riceverà? Precisazioni Agenzia delle Entrate

Ecco i requisiti reddituali richiesti per poter usufruire del Bonus Irpef: reddito annuo compreso tra gli 8 mila e i 26 mila euro.

I migliori video del giorno

Fino ad un reddito dichiarato di 24 mila euro annui l'importo del Bonus Irpef di Renzi è pari ad 80 euro mensili, quindi 640 euro all'anno, dopodiché l'importo scende progressivamente fino ad azzerarsi per redditi pari a 26 mila euro.

Con la circolare datata 14 maggio l'Agenzia delle Entrate ha specificato inoltre che al credito Irpef avranno diritto anche i lavoratori che hanno lavorato una sola parte dell'anno, ovviamente il Bonus Irpef verrà calcolato in base ai giorni lavorativi effettuati. Per fare un esempio, ipotizziamo un lavoratore con un reddito pari a 23 mila euro annui che ha lavorato 150 giorni nel 2014, avrà diritto ad un credito Irpef pari a (640/365*150) =263,1 euro.

Dal 2015, dice Renzi, il Bonus Irpef dovrebbe, come anticipato sopra, essere esteso anche ai pensionati, la logica sarebbe la medesima: "Se si prendono 1000 euro di pensione, si avranno 1080 euro''.

Voi siete tra quelli che avete ricevuto gli 80 euro di Bonus Irpef in busta paga? Si potrebbe dire promessa mantenuta, ora cosa vi aspettate ora dal Governo Renzi dopo le elezioni?

#Matteo Renzi