Scade il 16 maggio 2014 la prima rata dei contributi #Inps dovuti da artigiani e commercianti per l'anno 2014.

Proseguendo nella sua politica di riduzione dei modelli cartacei, come già avvenuto per i modelli dei pensionati, l'Inps non invierà per il 2014 i consueti modelli F24 precompilati ad artigiani e commercianti per il pagamento dei contributi dovuti.

I modelli di pagamento F24 dovranno, infatti, essere prelevati direttamente dagli interessati accedendo al portale on-line dell'istituto.

Gli artigiani e commercianti troveranno sul sito Inps il prospetto delle somme dovute per il 2014 e i modelli F24 già precompilati per eseguire i versamenti.

Nello specifico i dati degli F24 sono accessibili cliccando su "Cassetto Previdenziale degli Artigiani e dei Commercianti" nella sezione "Posizione assicurativa - Dati del modello F24".

Ovviamente gli artigiani e i commercianti, dovranno essere dotati di codice Pin rilasciato dall'Inps, per poter accedere al servizio richiesto.

In alternativa ci si potrà rivolgere a uno degli intermediari abilitati, il quale, dopo aver acquisito apposita delega alla gestione della propria posizione contributiva da parte dell'interessato, potrà procedere alla stampa del modello F24 relativo ai contributi Inps per il 2014.

Importi da pagare per contributi Inps artigiani e commercianti anno 2014

Contributo fisso artigiani: 3.451,99 (3.444,55 IVS + 7,44 maternità)

Contributo fisso commercianti: 3.465,96 (3.458,52 IVS + 7,44 maternità)

Tale contributo è dovuto fino al conseguimento di un reddito pari a euro 15.516,00 per il 2014, superata tale soglia di reddito, sono dovuti i contributi ivs a percentuale nella seguente misura:

fino a 46.030,00 euro - artigiani: 22,20% - commercianti: 22,29%

Oltre 46.030,00 euro - artigiani: 23,20% - commercianti : 23,29%

Scadenze versamento contributi Inps artigiani e commercianti 2014

I contributi fissi devono essere versati in quattro rate trimestrali con le seguenti scadenze:

16 maggio 2014 - 20 agosto 2014 - 17 novembre 2014 - 16 febbraio 2015.

I migliori video del giorno

Entro i termini previsti per il pagamento delle imposte sui redditi delle persone fisiche, vanno invece versati i contributi dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale, a titolo di saldo 2013, primo acconto 2014 e secondo acconto 2014.