Il mese di maggio, come di consueto, coincide con l’avvio della stagione dichiarativa, ma in questo 2014, per via di uno ‘scherzo’ del calendario, la deadline inizialmente fissata al 31 maggio quale termine ultimo di consegna del modello 730 2014 a CAF e commercialisti è slittata al 3 giugno (il 31 maggio è infatti sabato e il 2 giugno è Festa della Repubblica).



Tra i documenti indispensabili ai fini della presentazione della dichiarazione dei redditi vi è certamente il #CUD 2014 INPS, che altro non è se non il documento che attesta i redditi percepiti dal titolare della dichiarazione nell’anno precedente.



L’ormai prossima scadenza per la consegna della #Dichiarazione dei redditi impone evidentemente a pensionati, lavoratori e soggetti disoccupati che abbiano percepito delle fonti reddituali nel 2013 di richiedere il CUD 2014 INPS.

Andiamo allora ad analizzare le istruzioni del caso e le differenti modalità tramite le quali poter richiedere lo stesso CUD 2014 INPS.

CUD 2014 INPS: istruzioni e richiesta modello online e cartaceo per lavoratori, disoccupati e pensionati



A chiarire cosa sia il modello CUD è lo stesso portale online dell’INPS: ‘Il modello CUD è il documento necessario per la presentazione della denuncia dei redditi, che l’INPS elabora entro i primi mesi dell’anno con i redditi percepiti nell’anno precedente. Nel modello non sono segnalate le trattenute effettuate ai pensionati che lavorano’.



Ormai da anni l’istituto previdenziale ha avviato una campagna di incentivazione all’uso del canale telematico per richiedere il modello CUD, ed anche le modalità di richiesta e rilascio del CUD 2014 INPS non costituiscono un’eccezione; il digital divide e la poca dimestichezza di alcuni individui con la tecnologia hanno tuttavia imposto all’INPS di mantenere comunque attivo il canale di richiesta del modello in formato cartaceo.



Partendo dalla versione online, il CUD 2014 INPS può essere innanzitutto richiesto accedendo al portale web dello stesso ente ed inserendo il codice identificativo PIN che viene rilasciato su richiesta; è inoltre bene precisare che chiunque sia in possesso di posta elettronica certificata (PEC) reca il diritto di ricevere il CUD 2014 INPS direttamente al proprio indirizzo, il tutto solo qualora abbia provveduto a notificarlo per tempo allo stesso istituto previdenziale.



Come accennato pocanzi, pensionati, lavoratori e disoccupati possono richiedere il CUD 2014 INPS anche in formato cartaceo, recandosi presso gli sportelli fisici dell’ente, telefonando al Contact center o ancora recandosi presso patronati e uffici postali.



Qualora si volessero avere ulteriori informazioni sul CUD 2014 INPS e sulle altre modalità di rilascio sarebbe opportuno consultare il portale online dello stesso ente (è sufficiente accedere alla home e cliccare poi sul menu blu presente sulla destra: ‘Servizi online - CUD 2014’).

CUD 2014 INPS, dichiarazione dei redditi 2014 e altre scadenze fiscali



Come accennato in apertura, il CUD 2014 INPS costituisce uno di quei documenti indispensabili alla presentazione della dichiarazione dei redditi da doversi effettuare nell’anno in corso; abbiamo già ricordato la scadenza per la consegna della dichiarazione stessa a centri CAF e Commercialisti (3 giugno),  in questa sede ci limitiamo dunque a consigliare la consultazione del doc in pdf elaborato dall’Agenzia delle Entrate che contiene tutte le istruzioni utili alla compilazione del modello dichiarativo. Il documento è disponibile online sul portale web della stessa Agenzia delle Entrate.



In apertura si faceva cenno anche all’avvio della stagione dichiarativa, con il mese di maggio a portare in dote numerose scadenze fiscali: venerdì 16 maggio scadrà ad esempio il termine per il pagamento della Tobin Tax, la tassa sulle transazioni finanziarie che prende il nome dall’economista James Tobin (anche con riferimento a questo tributo vi invitiamo a consultare il portale online dell’Agenzia delle Entrate), mentre il giorno prima, il 15 maggio, toccherà ai contribuenti IVA.