L'estate è la stagione delle vacanze e gli italiani vorrebbero che anche il Fisco si 'riposasse' un pò ed allentasse la morsa dei pagamenti delle tasse. Non sarà così nemmeno quest'anno, visto che sono diverse le scadenze da ricordare da qui alla fine di settembre per chi è chiamato ai propri adempimenti. Vediamo in dettaglio le date da ricordare.



Fisco, le scadenze dell'estate 2014, le date da ricordare

La prima scadenza, ormai prossima, è quella del 31 maggio, riguardante il modello Unico che i dipendenti e i pensionati dovranno consegnare al proprio sostituto d'imposta, datore di lavoro o ente pensionistico. In alternativa, l'adempimento viene effettuato da un Caf o dal proprio commercialista.



Il 16 giugno (o entro il 9 luglio in caso di proroga), sarà il giorno dell'ormai famosa #Tasi-Imu. Chi deciderà di pagare in un’unica soluzione non dovrà corrispondere alcuna maggiorazione; in caso di pagamento a rate, invece, si dovrà pagare una sovrattassa. Il 16 giugno sarà anche il termine ultimo per la correzione del 730.


Il 30 giugno prossimo, invece, sarà la data di scadenza di presentazione del 730 per tutti i contribuenti che non hanno un datore di lavoro e non sono pensionati. Il 30 giugno sarà anche il termine per il pagamento della seconda rata per i contribuenti che non hanno partita Iva e che hanno deciso di dilazionare il pagamento. 



#modello 730

Il 16 luglio sarà la data di scadenza per adempiere al pagamento della Tasi pagando solo una maggiorazione dello 0,4%. Il 30 settembre, infine, rappresenterà il termine ultimo per lavoratori dipendenti e pensionati per la consegna del Modello Unico in caso di reddito di impresa e/o da lavoro autonomo.