Tasi 2014: le domande che i contribuenti si stanno ponendo in merito a questa nuova imposta, sono davvero tante. In primis, ci si chiede chi deve pagare la tassa? Come si calcola l'aliquota per determinare l'importo? E quali immobili sono soggetti al pagamento della Tasi?

Ciò che è certo ad oggi è che ad incidere in maniera determinante sull'importo da corrispondere per il pagamento della Tasi 2014 sarà l'aliquota decisa dai rispettivi Comuni in cui si trovano i relativi immobili. Perciò, solo i Comuni che hanno determinato l'aliquota potranno riscuotere l'importo della Tasi entro il 16 giugno 2014. Tutti gli altri Comuni, invece, dovranno attendere il mese di settembre.

Pertanto, per consentire ai Comuni inadempienti nella determinazione dell'aliquota - che dovrà essere deliberata entro il 23 maggio 2014 - sarà emanato a breve, forse entro oggi stesso, uno specifico decreto che possa prorogare il pagamento della Tasi di 3 mesi, ovvero al 16 settembre,

A stabilire l'importo che ogni contribuente dovrà corrispondere, determinanti saranno le detrazioni e le aliquote, che saranno applicate in modo differente a seconda delle decisioni comunali.

L'Anci - Associazione Nazionale dei Comuni Italiani - ha confermato che i Comuni che non faranno in tempo a deliberare l'aliquota entro il termine del 23 maggio potranno contare su un conguaglio concesso dalle istituzioni centrali proprio per evitare perdite di bilancio prima della presentazione dei conti da parte degli enti locali, prevista per il 31 luglio 2014.

I migliori video del giorno