Per ottenere il rilascio del passaporto elettronico si dovranno sborsare 73.50 euro di contributo amministrativo, al posto dei 40,29 euro attuali; questa è l'amara sorpresa che accompagna la legge di conversione del decreto Irpef. Il costo per l'emissione del documento è dunque aumentato di circa il 73%.

C'è almeno una buona notizia: non si verserà più il bollo per il rinnovo annuale di 40.29 euro, dovuti per i viaggi fuori dall'Ue.

Secondo i promotori dell'emendamento che ha introdotto le novità, tali disposizioni si sono rese necessarie al fine allineare il nostro paese al resto dell'unione europea.

Come richiedere il passaporto

Per la richiesta del passaporto è necessario scaricare l'apposito modulo presso il sito della Polizia di stato e compilarlo in ogni sua parte.

Si può altresì fare la richiesta online sul medesimo sito al fine di fissare un appuntamento per la consegna del documento.

Al modulo di cui sopra vanno allegati un documento di riconoscimento in corso di validità, due foto formato tessera, un contrassegno telematico. La documentazione completa dovrà essere consegnata in Questura, al Comune di residenza, agli uffici postali con il marchio "Sportello Amico" o all'ufficio passaporti del Commissariato più vicino al proprio domicilio. Gli uffici competenti dovranno, una volta verificata l'identità del soggetto richiedente, acquisire l'impronta del dito indice di ciascuna mano del soggetto interessato, mediante scansione elettronica.

La consegna dovrebbe avvenire entro 30 giorni ma i tempi sono spesso più lunghi.