Sulla Gazzetta Ufficiale è apparso il provvedimento del Governo con il quale viene prorogato il termine per a presentazione del modello Unico e del 730 per l'anno 2014. Allo stesso tempo è stato prorogato anche il termine di presentazione per i centri di assistenza fiscale e i professionisti abilitati; si passa dal 30 giugno all'8 luglio.

In questo modo, i contribuenti potranno presentare il modello 730 al Caf o al commercialista entro il 16 di giugno, visto che a slittare sono anche i passaggi seguenti (come spiegato in precedenza).

Molto probabile (per alcuni data quasi per certo) è la proroga al 7 luglio per i versamenti dell'unico relativi a titolari di redditi d'impresa, società, associazioni o lavoratori autonomi che risultano assoggettati agli studi di settore.

La proroga vale anche per chi è iscritto al regime dei minimi.

Riguardo ai versamenti oggetto di slittamento, possiamo elencare: Irpef, Ires, Iva in dichiarazione unificata e Irap. Da considerare che con lo slittamento e il relativo pagamento nella finestra che va dall'8 luglio al 20 agosto si dovrà corrispondere una maggiorazione, che ammonta allo 0.4% in più rispetto a quanto non si sarebbe pagato rispettando i termini non prorogati.

Restano identiche le scadenze per l'invio della Dichiarazione dei redditi. Se si desidera presentare il modello cartaceo bisognerà recarsi in un ufficio postale con il modello a posto entro il prossimo 30 giugno. Chi invece deciderà di avvalersi dell'invio telematico avrà tempo fino al 30 settembre 2014.