Il mese di giugno è sicuramente deleterio per le tasche degli italiani, chiamati a pagare diverse tasse e con la beffa di una confusione tremenda su date e scadenze. Se alla fine per la Tasi e l'Imu la scadenza per i comuni che avevano deliberato le aliquote entro il 23 maggio scorso non è arrivata la proroga, è cambiata invece quella per il #modello Unico 2014. La scadenza del 16 giugno 2014 (che coincideva con quella per le tasse sulla casa) è slittata. Vediamo allora le nuove date e le eventuali sanzioni.

Proroga modello Unico 2014: 7 e 16 luglio le nuove date

E' quindi arrivata ufficialmente la proroga del modello Unico 2014, con la scadenza che passa dal 16 giugno 2014 al 7 luglio 2014, senza ulteriori maggiorazioni o more.

Tutti i titolari di partita Iva avranno quindi 3 settimane in più prima del termine ultimo per il pagamento dell'acconto dell'Unico 2014. Per la precisione in base a quanto si legge dal decreto pubblicato sulla gazzetta ufficiale ci sarà una nuova scadenza.

La scadenza del 7 luglio è per tutti coloro che sono sottoposti a studi di settore, incluso chi versa imposta fortait del 5% grazie al regime dei minimi. Per gli altri contribuenti la scadenza è rimasta al 16 giugno, ma si potrà effettuare il versamento relativo al saldo 2013 e alla prima rata 2014 con una maggiorazione ridotta dello 0,40% fino al 16 luglio 2014.

Proroga Modello Unico, nuova data per chi paga con sanzioni

Anche per tutti coloro che possono usufruire della proroga Unico 2014 c'è la possibilità di pagare in ritardo con una maggiorazione ridotta.

I migliori video del giorno

In questo caso, per chi non paga entro il 7 luglio 2014 c'è una sanzione che permetterà di pagare entro il 20 agosto 2014 con la maggiorazione dello 0,40%.