Il 10 settembre 2014 è scaduto il termine ultimo per i Comuni che ancora dovevano deliberare le aliqote #Tasi 2014. Non tutti i comuni però in questa data hanno depositato le loro decisioni, vediamo quindi un quadro riassuntivo per quanto riguarda il Calcolo Tasi 2014 con relative detrazioni, scadenze e aliquote per le città principali in Italia, come ad esempio Roma, Milano, Firenze e Palermo. Vi ricordiamo anche che i cittadini di molti comuni (come ad esempio Torino), hanno già pagato la prima rata della Tasi 2014 a giugno scorso e adesso dovranno aspettare semplicemente il 16 dicembre 2014 per saldare la seconda e ultima rata dell'anno.

Calcolo Tasi 2014: le date di scadenza e quanto si paga

Ricapitolando quindi tutte le scandenze della Tasi 2014, per i comuni che a maggio scorso non avevano deciso, e hanno poi deliberato entro il 10 settembre aliquote e detrazioni la prima rata sarà il 16 ottobre 2014, e la seconda il 16 dicembre 2014.

Per i comuni che invece anche questa volta non hanno rispettato la scadenza, l'ultima chiamata sarà il 16 dicembre 2014, data entro la quale bisognerà pagare in una unica soluzione l'intero importo della Tasi 2014. Ma quanto bisognerà pagare quest'anno? Per saperlo è opportuno effettuare il Calcolo della Tasi 2014, grazie ai calcolatori online che sono disponibili sui siti delle relative amministrazioni comunali (o su altri siti come ilsole24ore). In alternativa si può effettuare il Calcolo tasi 2014 in maniera manuale seguendo questi passaggi:

  • Primo punto: prendere la rendita catastale dell'immobile e poi rivalutarlo del 5% (moltiplicando la rendita X 1,05)
  • Secondo Punto: prendere il precedente risultato e moltiplicarlo per il coefficente del tipo di immobile ( ad esempio per le abitazioni 160)
  • terzo Punto: sul valore trovato si dovrà applicare l'aliquota comunale e poi eventualmente applicare anche le detrazioni del caso che variano da comune a comune.

Calcolo Tasi 2014: aliquote e guida Roma, Palermo, Milano e Firenze

L'aliquota della Tasi 2014 è stata fissata per legge al 2,5 per mille per le prime case ( e al 10,6 per le seconde), ma è stata data facoltà ai singoli comuni di incrementarla fino ad un ulteriore 0,8 per mille e per questo da comune a comune i valori possono essere diversi.

I migliori video del giorno

Ad esempio l'Aliquota per Firenze è massima, ossia il 3,3 per mille (così come a Torino, Genova e Napoli), mentre il altre città è rimasta al 2,5. In particolare la Tasi 2014 a Roma ha un aliquota sulla prima casa del 2,5 per mille. Ricordiamo che per chi è in affitto la Tasi andrà pagata per l'80% dal proprietario e per il 20% dall'inquilino. Inoltre Roma ha applicato le seguenti detrazioni per la tasi: 110 euro di detrazione sugli immobili con rendita iscritta in catasto fino a 450,00 euro; 60 euro per quelli con rendita tra 451,00 e 650,00 euro ed infine 30 euro di detrazione sugli immobili con rendita catastale tra 651 e 1.500 euro. A Milano l'aliquota è come per Roma del 2,5 per mille, con diversi tipi di detrazione che potrete trovare sul sito ufficiale del Comune. Infine la Tasi 2014 a Palermo si pagherà con prima rata a ottobre e seconda a dicembre e con aliquota di 2,89 per mille e con le seguenti detrazioni: 100 euro per le rendite catastali che vanno fino a 300 euro, 50 euro per le rendite da 301 a 400 euro e 20 euro per figli minorenni, figli disabili, minori in affido familiare e ultrasettantenni.

Per rimanere sempre aggiornati sul pagamento tasse, cliccate sul tasto Segui in alto a destra!