Dopo l'incubo Imu che lo scorso anno ha mandato in "tilt" gli italiani, al punto da essere definita la tassa più odiata dai cittadini del nostro Paese, in questi giorni siamo alle prese con una nuova tassa, la #Tasi 2014, che sta mandando in crisi gli italiani proprio come accadde con l'Imu lo scorso anno. Sono tantissime, infatti, le persone che in queste ore sul web cercano di avere delle notizie più dettagliate sulla Tasi e cercando delle risposte alle proprie domande: chi deve pagare la Tasi 2014? Entro quanto si paga? Come bisogna pagarla e soprattutto come posso calcolarla autonomamente? Ecco nel dettaglio tutte le risposte alle vostre domande sulla Tasi 2014.

Tasi 2014: ecco chi deve pagare e cosa succede in caso di mancato pagamento

Iniziamo subito col dire che la prima rata della Tasi 2014 va pagata entro il 16 ottobre 2014 in tutti quei Comuni in cui è stata emessa la delibera sulle aliquote entro il 18 settembre. Per conoscere l'elenco di tutti i Comuni potete consultare il sito ufficiale del MEF. La seconda rata dela Tasi 2014, invece, va pagata entro il 16 dicembre. Nel caso in cui la prima oppure la seconda rata della Tasi 2014 venga pagata con diversi giorni di ritardo rispetto al termine di scadenza previsto, i cittadini si troveranno a fare i conti con una sanzione che aumenterà il saldo previsto del 30%. Il consiglio, quindi, è di pagare la Tasi 2014 entro il 16 ottobre e il 16 dicembre, in modo tale da evitare spiacevoli sorprese.

I migliori video del giorno

Stando alle prime statistiche fatte dalla UIL, gli italiani con la Tasi 2014 pagheranno qualcosina in più rispetto alla vecchia Imu: in particolare pagheranno di più coloro che prima erano esenti dal pagamamento o che in generale pagavano cifre basse. Per calcolare il saldo della Tasi 2014 potete utilizzare i calcolatori che si trovano sul web, tra cui quello che trovate sul sito amministrazionicomunali.it, dove bisognerà inserire alcuni semplici dati, tra cui le nuove aliquote deliberate dal vostro Comune ed attendere l'output contenente la cifra esatta da pagare. Il pagamento va effettuato o attraverso il bollettino postale che il Comune può far recapitare precompliato a casa oppure lo si può ritirare direttamente alla Posta. La Tasi 2014 può essere pagata anche attraverso il modello F24.