Come effettuare il calcolo della Tasi 2014 a Palermo, Perugia, Pescara, Pisa e Pavia? Quali le aliquote sulla prima casa e le detrazioni Tasi comune per comune? Prima di fornire le informazioni utili per il pagamento della tassa sui servizi ricordiamo che la Tasi è in scadenza nei comuni indicati il 16 ottobre 2014, termine ultimo per il versamento della prima rata, e il 16 dicembre, termine ultimo per il pagamento della seconda rata. Vediamo adesso dapprima detrazioni e aliquote Tasi dal comune di Palermo a quello di Pavia e di seguito come utilizzare tali informazioni per calcolare l'importo dovuto per ogni rata.

Aliquote Tasi 2014 a Palermo e Perugia e detrazioni nei due comuni

Nel comune di Palermo la Tasi ha aliquote al 2,89 per mille sulla prima casa.

Oltre all'aliquota Tasi a Palermo le detrazioni sulla tassa giocano un ruolo fondamentale per calcolare l'importo dovuto per il tributo. Le detrazioni Tasi 2014 a Palermo sono suddivise come segue: cento euro di sgravio per immobili con rendite catastali fino a 300 euro, cinquanta euro di detrazione per rendite da 301 a 400 euro e in più 20 euro di sconto aggiuntivo per ogni figlio minorenne oppure per ogni figlio disabile di qualunque età.

La Tasi 2014 a Perugia ha aliquota sulla prima casa fissata dal comune al massimo possibile, il 3,3 per mille. Come sempre accade quando i comuni decidono di raggiungere tale soglia, sono previsti degli sgravi. Le detrazioni Tasi a Perugia sono state decise dal comune come segue: 110 euro di sconto per rendite catastali fino a 300 euro e 70 euro di sconto per immobili con rendita compresa tra i 300 euro i 450 euro.

I migliori video del giorno

Tasi 2014 a Pescara, Pisa e Pavia, aliquota prima casa e detrazioni comune per comune

Nel comune di Pescara l'aliquota Tasi 2014 è stata deliberata al 3 per mille. I contribuenti che saranno chiamati al pagamento della tassa potranno godere tuttavia di una notevole detrazione fissa: a Pescara per la Tasi su tutti gli immobili è infatti previsto uno sgravio di 100 euro.

La Tasi 2014 a Pisa ha aliquota sulla casa principale al 3,3 per mille, ma è stato elaborato dal comune un complesso regime di detrazioni. Riassumiamo le detrazioni Tasi a Pisa per il pagamento della tassa a ottobre e dicembre nel seguente schema:

  • Rendita catastale dell'immbile fino a 400 euro: detrazione di 190 euro
  • Rendita da 400 a 500 euro: detrazione di 180 euro
  • Rendita tra 500 e 600 euro: detrazione di 170 euro
  • Rendita tra 600 e 700 euro: detrazione Tasi di 160 euro
  • Rendita catastale tra 700 e 800 euro: detrazione di 130 euro
  • Rendita tra 800 e 900 euro: detrazione Tasi a Pisa di 110 euro
  • Rendita catastale tra 900 e mille euro: detrazione di 90 euro
  • Rendita tra mille e 1200 euro: detrazione di 70 euro.

Nel comune di Pavia l'aliquota Tasi 2014 è stata fissata al 3,3 per mille, come per Pisa.

Ma le detrazioni Tasi a Pavia sono molto più semplici: la detrazione è fissa e dell'importo di 200 euro e se ne può beneficiare per gli immobili con rendita catastale fino a 450 euro.

Calcolo Tasi a Palermo, Pavia, Perugia, Pescara e Pisa: come calcolare l'importo per la prima rata

Vediamo come si effettua il calcolo della Tasi 2014 per Palermo, Perugia, Pescara e le altre città qui indicate. Dapprima si moltiplica la rendita catastale dell'abitazione oggetto del versamento per 1,05, al fine di rivalutarla, quindi si moltiplica il tutto per il coefficiente fisso delle abitazioni, ovvero 160, quindi si moltiplica ancora per l'aliquota Tasi decisa dal comune (es 3,3 per mille o 2,89 per mille). A questo punto per calcolare la Tasi si devono sottrarre le detrazioni cui si ha eventualmente diritto. Infine si divide per due per conoscere l'importo da pagare per la prima e la seconda rata. Il calcolo della Tasi varia leggermente per le case in affitto, dove andrà pagato dal proprietario il totale dovuto meno la quota dell'inquilino (che può essere reperita sulla delibera comunale ufficiale sul sito del MEF).