Per Roma, Milano, Torino, Napoli e resto d'Italia si avvicina la nuova scadenza di Imu e Tasi 2014 che con la seconda rata, il saldo, si apprestano a presentare a tutti i contribuenti un conto piuttosto caro sotto l'albero di Natale. Per molti infatti, si tratterà di un Natale ancora più caro di quello dell'anno passato con ben due imposte da pagare, con la stessa scadenza. La seconda rata di imu e Tasi 2014, o saldo, cade infatti lo stesso giorno, proprio la settimana prima di Natale quando si è intenti a far fagotto dei risparmi e scegliere i regali per i propri cari. Quest'anno tuttavia, più che l'anno passato, i regali sotto l'albero saranno meno numerosi, anche per via della stangata del saldo di IMU e Tasi 2014.

Chi paga e quanto? La stangata si annuncia essere consistente, soprattutto nelle grandi città come Roma, Milano, Torino e Napoli, ma non si arriverà sicuramente a pagare di più della rata corrisposta a giugno o a ottobre essendo l'acconto di Imu e Tasi l'importo del 50% dell'intera tassa. Manca da corrispondere dunque soltanto il saldo il restante 50% che però, a differenza della rata dell'acconto, lo ricordiamo, avrà la stessa scadenza per IMU e Tasi nello stesso giorno.

Quando si pagano Imu e Tasi 2014? La scadenza

Veniamo al sodo, ovvero a quando si paga Imu e Tasi 2014, la cui data di scadenza si trova (purtroppo o per fortuna) a coincidere. Sarà un martedì nero, stavolta, che andrà a cadere giorno 16 dicembre per la scadenza della seconda rata (o saldo) di Imu e Tasi 2014, quando milioni di contribuenti si affretteranno a ultimare i calcoli e presentarsi alla cassa.

I migliori video del giorno

Ricordiamo inoltre, che a differenza della prima rata, a Roma, Napoli, Torino e Milano e resto d'Italia, la Tasi avrà scadenza unica.

Imu e Tasi 2014, chi paga e quanto con la seconda rata

Chiarito quando si paga, vediamo chi paga e quanto con la seconda rata di Imu e Tasi 2014. Partiamo innanzitutto dai destinatari delle imposte, che non cambiano rispetto all'acconto. Per chi avesse dimenticato, ricordiamo che devono pagare l'Imu 2014 i proprietari :



  • di prime case di lusso (categorie A1, A8 e A9)

  • i proprietari di seconde case anche quando affittate.



Tra chi paga la Tasi invece ci sono tutti i proprietari di immobili e anche gli inquilini in affitto che, dove previsto dovranno corrispondere una quota dell'importo variabile tra il 10 e il 30% dell'imposta. Quanto si paga di seconda rata Imu e Tasi 2014? La stangata come prevista dal saldo, si attesta mediamente attorno ai 130 euro per la sola Tasi cui aggiungere (nei casi previsti) anche l'importo di Imu che risulta leggermente più basso, seppur di poco.

Per sapere quanto esattamente bisogna pagare entro la scadenza di Imu e Tasi 2014, occorre fare il calcolo che, nel caso della Tasi, dovrà essere svolto autonomamente da ciascun contribuente alle prese con il pagamento. A questo proposito, per verificare correttamente le aliquote, le quote a carico degli inquilini e le eventuali detrazioni spettanti ai fini di un corretto calcolo di chi e quanto pagare per la seconda rata di Imu e Tasi 2014, rimandiamo alle delibere relative di ciascun comune di appartenenza. Per rimanere aggiornati sulle news relative a Tasi e Imu 2014 vi invitiamo a cliccare il tasto “Segui” in alto.