A dicembre arriva la seconda rata dell'#imu 2014, vediamo il calcolo, le aliquote e le scadenze entro cui bisogna pagare questa tassa. Intanto per quanto riguarda l'Imu sui terreni agricoli ex montani, dopo le polemiche degli scorsi giorni arriva oggi 4 dicembre la decisione del governo di un rinvio a giugno. La proroga servirà al Governo per decidere chi dovrà pagare l'Imu sui terreni agricoli e chi invece sarà esente. In mattinata il sottosegretario all'Economia Pier Paolo Baretta, durante il question Time al Senato ha confermato questa decisione politica, anche se ancora non sappiamo lo strumento tecnico con cui verrà attuata (emendamento alla Legge di Stabilità, decreto legge o altro).

Imu 2014 terreni agricoli, ecco la proroga, la protesta è servita

Evidentemente la rivolta contro il decreto dei giorni scorsi retroattivo e che imponeva di pagare entro il 16 dicembre l'imu per i terreni agricoli ex montani è servita a qualcosa. Le associazioni dell'agricoltura, gli amministratori locali e i professionisti si sono mobilitati, e insieme a loro anche molti parlamentari (ieri 100 parlamentari del PD hanno firmato la lettera per spostare la scadenza) sono riusciti a far cambiare idea al Governo. La scadenza dovrebbe esser spostata a giugno 2015 e nel mentre si cercherà un modo per trovare criteri migliori per individuare chi dovrà pagare e chi sarà esente. Per esser aggiornati sull' Imu 2014 anche per i terreni agricoli e per le prossime novità, cliccate Segui in alto!

Calcolo Imu 2014, scadenze e aliquote

Intanto però per gli altri, la scadenza per l'Imu 2014 resta il 16 dicembre, ultimo giorno utile per pagare la seconda Rata.

I migliori video del giorno

Per quanto riguarda le aliquote, sono deliberate dai singoli comuni, ma ricordiamo che in caso i comuni non lo avessero fatto entro il 28 ottobre 2014 rimarranno in vigore quelle dell'anno 2013. Vi ricordiamo che il calcolo Imu 2014 si effettua in maniera piuttosto semplice: si prende la rendita catastale dell'immobile e si rivaluta del 5% (moltiplicando per 105) e poi si moltiplica ancora questo risultato per il coefficiente dell'immobile (160 in questo caso). A questo si applicherà poi l'aliquota comunale che varia in base alla città. Se volete un aiuto su internet sono a disposizione diversi calcolatori Imu, come quello su amministrazionicomunali.it o sul Sole24ore (http://www.ilsole24ore.com/norme-e-tributi/calcolo-imu.shtml). Per quanto riguarda i pagamenti, potranno esser effettuati come per la prima rata tramite F24 in via telematica.