Palazzo Chigi ha annunciato con un comunicato stampa e un provvedimento sulla Gazzetta la proroga per il pagamento dell'imu 2014 sui terreni agricoli montani, si avrà quindi più tempo per pagare la tassa che tanto ha fatto parlare di sè in questo ultimo periodo.

Data scadenza IMU 2014

La scadenza per il pagamento era fissata al 16 dicembre 2014, ora la nuova data ufficiale è il 26 gennaio 2015, uno slittamento di ben 45 giorni. La proroga è stata introdotta per via dei recenti cambiamenti che sono stati effettuati in materia di esenzione, le novità che sono state presentate il 6 dicembre. Molti interessati si sarebbero potuti ritrovare improvvisamente a dover pagare un tassa entro soli 10 giorni, quindi è stato stabilità questo slittamento per dare la possibilità a tutti di informarsi e prepararsi per il pagamento.

Esenzione IMU 2014

Con le nuove regole, sono esclusi dal pagamento dell'IMU solo i terreni agricoli dei Comuni situati ad un'altitudine superiore ai 601 metri o quei terreni in affitto o in comodato d'uso ai coltivatori iscritti alla previdenza agricola. Come abbiamo già detto, questo modifiche sono state effettuare da poco, i cambiamenti sono stati annunciati solo ad inizio del mese di dicembre.

Per chi avesse dei dubbi circa l'esenzione del proprio terreno, è possibile consultare il sito dell'Istat per avere informazioni utili relative all'altitudine dei comuni e alle relative tasse da pagare.

Gli agricoltori potranno quindi attendere l'inizio dell'anno nuovo per poter pagare l'imposta municipale, ma il consiglio è quello di informarsi bene per poter conoscere con esattezza la propria situazione.

I migliori video del giorno

Nel particolare, è fondamentale avere tutte le informazioni precise relative ai propri possedimenti, i terreni che vengono utilizzati, le dimensioni e l'altitudine per evitare di pagare tasse extra o più del necessario. Il pagamento andrà quindi effettuato entro il 26 gennaio 2015, data di scadenza ufficiale che non può essere superata e che quasi certamente non subirà ulteriori ritardi o slittamenti.