Capita spesso che il Governo italiano vada a modificare le disposizioni di legge che possono riguardare vari settori, come ad esempio nuove tasse da pagare, il reddito Isee, nuove norme per il codice della strada e così via. Oggi in questo articolo parleremo proprio di un altro cambiamento avvenuto grazie all'istituzione collegiale situata in ogni amministrazione regionale dell'Agenzia delle Entrate, denominata Garante del contribuente, che prevede l'esenzione dal versamento del Canone Rai, qualora ci fosse un segnale disturbato o assente, ma andiamo nel dettaglio e scopriamo di che cosa si tratta.



Canone Rai 2015: se dalla tua abitazione non vedi in maniera ottimale i canali della Rai, non sei tenuto a pagare il canone



Nonostante l'Agenzia delle Entrate abbia decretato che i cittadini sono tenuti a pagare la tassa anche se nelle loro case non vi è il segnale Rai, il garante del contribuente della regione Friuli Venezia-Giulia, ha contestato fortemente questa richiesta a suo parere scorretta e ha disposto che gli utenti hanno il diritto d'interrompere il pagamento. Si precisa che gli abitanti delle città di Pordenone e di Udine, sono completamente privi di segnale Rai. A far pervenire la domanda all'agenzia delle entrate per la sospensione del pagamento del canone Rai, ci ha pensato il commercialista Alessandro Perusin dopo aver ascoltato l'opinione del garante. Malgrado ciò, si sottolinea che il fisco avrebbe rafforzato la sua tesi nel dover far versare la tassa, ignorando coloro che ricevono o non ricevono il segnale.

L'Autorità annuncia che la richiesta da parte dell'Agenzia delle Entrate non è altro che una grande un'assurdità e perciò il garante ha fatto appello al principio fondamentale “inademplenti non est adimplendum”. In relazione a ciò, una delle due persone che hanno stilato un accordo ha la facoltà di non assolvere al proprio vincolo, qualora l'altro soggetto non assolva al proprio. La decisione del garante rappresenta un precedente che secondo il quale i cittadini saranno in grado di imporre i propri diritti di esenzione e quindi non versare la tassa del canone Rai. A chi di voi non giunge il segnale Rai? Se volete essere aggiornati cliccate il tasto “Segui” in alto a destra.