Come ben saprete, l'Italia è il Paese maggiormente tassato del resto d'Europa e tanto per cambiare pare che nell'anno 2016 arriverà una nuova imposta municipale secondaria chiamata IMUS, che andrà a sostituire alcune tasse già esistenti come TOSAP e COSAP. Ovviamente finché non vi sarà una chiara regolamentazione da parte del Governo, i Comuni non avranno la competenza di poter decretare le regole comunali di codesta nuova tassa, conseguentemente a ciò i contribuenti non avranno alcun obbligo di versamento, pertanto staremo in attesa e vedremo che cosa cambierà.

Se ricordate in un articolo antecedente abbiamo parlato delle tasse di febbraio 2015, ma come ben si sa ogni mese i cittadini italiani hanno l'onere di dover pagare nuovi tributi, cosicché oggi abbiamo pensato di elencare le date delle scadenze fiscali relative a marzo 2015, tanto per dare un'idea ai contribuenti di quali tasse tra non molto dovranno obbligatoriamente versare nelle casse dello Stato.

Scadenze Fiscali marzo 2015

Lunedì 2 marzo 2015
  • Imposta di bollo: si dovrà eseguire il versamento della 1^ rata bimensile dell'imposta di bollo corrispondente alla dichiarazione esibita non più tardi di sabato 31 gennaio 2015.

  • #Iva: gli istituti non appartenenti allo smercio e i produttori agricoli dispensati, saranno tenuti a versare l'IVA attinente agli acquisti intracomunitari catalogati nel mese antecedente.

Martedì 3 marzo 2015
  • Imposta di registro: tutte le persone che hanno firmato o riconfermato un contratto di affitto domenica 1 febbraio 2015, saranno obbligate a versare l'imposta di registro.

Lunedì 9 marzo 2015
  • CU 2015: ultimo giorno per inviare telematicamente i modelli CU 2015 all'Agenzia delle Entrate.

Lunedì 16 marzo 2015
  • Sostituti d'imposta: sarà necessario provvedere al versamento delle ritenute prodotte nel mese antefatto.

  • IVA: è obbligatorio eseguire il versamento e la liquidazione dell'IVA inerente al mese precedente.

  • Imposta sostitutiva: si dovrà adempiere al versamento dell'imposta sostitutiva su ogni profitto o differente provento concretizzato con il sistema di risparmio gestito.

Mercoledì 18 marzo 2015
  • Ravvedimento: termine per la legalizzazione dei pagamenti di imposte e ritenute non eseguiti entro lunedì 16 febbraio 2015, con l'aggiunta del tasso legale e della sanzione resa al 3%.

Mercoledì 25 marzo 2015
  • Intra: sarà doveroso presentare le liste schematiche INTRAST dei trasferimenti e degli acquisti intracomunitari attuati nel mese antecedente.

Martedì 31 marzo 2015
  • Imposte sulle assicurazioni: dovranno pagare l'imposta tutti coloro che hanno ricevuto premi nel corso del mese di febbraio 2015 e non solo, ma anche chi ha riscosso ulteriori conguagli durante il mese di gennaio 2015.

  • IVA: gli enti pubblici non pertinenti al commercio e i coltivatori agricoli sgravati, dovranno ultimare il versamento dell'IVA riguardante alle spese intracomunitarie.