Come anticipato di recente su Blasting News, le piattaforme di scambio bitcoin possono tranquillamente operare senza dover considerare l’imposta sul valore aggiunto così come stabilito dalla Corte di Giustizia Europea con la sua più recente sentenza. Questa decisione che considera i bitcoin come mezzo di pagamento, ha visto la Corte guardarsi bene dall'affermare un qualsiasi corso legale alla valuta digitale. In ogni caso, dopo questa sentenza, è opportuno segnalare che il prezzo del singolo bitcoin è aumentato in modo significativo confermando l'impatto positivo o negativo di alcune notizie sull'aspetto economico.

Come si è arrivati alla decisione

Si è arrivati a questa decisione dopo che un cittadino svedese aveva sollevato il dubbio del pagamento dell’Iva a un tribunale del paese scandinavo il quale aveva già disposto per l’esenzione.

Dopo il ricorso della Skatterverket, l’agenzia delle entrate svedese, oggi arriva la decisione ufficiale e vincolante per tutti gli stati Membri dell’Unione. Nessun rinvio dunque con una decisione che, molto probabilmente, potrebbe spingere all’apertura di sempre più piattaforme di scambio della criptomoneta. Trova conferma l’opinione di un’autorevole esponente della Corte, Juliane Kokott, uno degli Avvocati Generali della CGE,  la quale aveva raccomandato che le piattaforme di scambio di bitcoin fossero esentate dall’IVA, ricevendo così l’apprezzamento sia degli utilizzatori che degli investitori della moneta digitale.

Effetti della decisione sul mercato dei Bitcoin

I bitcoin in Europa dovranno essere considerati come mezzo di pagamento, poiché possono essere direttamente scambiati, stando a quanto deciso dalla Corte.

I migliori video del giorno

Il risultato più interessante riguarda il fatto che le piattaforme di scambio della criptomoneta con sede nell’Unione non dovranno applicare l’IVA sui margini o sulle commissioni di guadagno che addebitano quando vengono scambiati bitcoin per valute tradizionali, rendendo così i business basati sulla valuta digitale un po’ più economici rispetto ad altri. Infine, sarà interessante valutare gli efferti reali di tale disposizione a cui anche gli Stati che avevano proceduto con l'applicazione dell'IVA dovranno conformarsi d'ora in avanti. Di certo, considerando anche i movimenti del prezzo, questa è notizia che genera un nuovo entusiasmo nel mondo bitcoin.