Una delle principali novità del 2016 per l'Italia riguarderà il pagamento del Canone Rai. Questo infatti per la prima volta nella storia del nostro Paese si pagherà attraverso la bolletta della luce. Il pagamento dovrebbe avvenire in 10 rate mensili, da dieci euro ciascuna per un totale di 100 euro. Tuttavia da quest'anno per adeguare il sistema, i pagamenti dovrebbero iniziare dal mese di luglio e non da gennaio. Questo però dovrebbe voler dire che a luglio si pagheranno anche gli arretrati dei mesi precedenti. Quindi in totale l'addebito nella bolletta di luglio per quanto riguarda il pagamento del #Canone Rai, dovrebbe essere in totale di 70 euro.

Poi da agosto in poi si pagheranno regolarmente le rate da 10 euro.

Matteo Renzi spera così di poter ridurre la forte evasione

Si tratta di un provvedimento che è stato fortemente voluto dal Premier per ridurre ulteriormente l'importo da pagare che già quest'anno è calato di 13,5 euro. Con esso il Presidente del Consiglio #Matteo Renzi spera di ridurre fortemente l'evasione che da sempre affligge il pagamento del canone Rai. Un problema che per molti decenni è stato considerato dai politici che si sono susseguiti al #Governo del nostro Paese come una questione impossibile da risolvere. Ricordiamo che il pagamento in bolletta riguarderà solo la prima casa. Questo interesserà solo coloro che sono in possesso di almeno un apparecchio televisivo. Nel caso di evasione sono previste multe elevate fino a 500 euro per chi non si metterà in regola coi pagamenti.

I migliori video del giorno

Dal 2017 si amplia la soglia di reddito per l'esenzione degli over 75?

Per quanto riguarda l'esenzione dal pagamento del canone Rai, questa dovrebbe riguardare tutti gli over 75 con reddito inferiore agli 8 mila euro l'anno. Ci dovrebbe essere quindi in questo caso un ampliamento della soglia di reddito, che sino allo scorso anno era pari a euro 6.713,98. Tuttavia a quanto pare questo ampliamento arriverà solo a partire dal 2017 e dunque anche per il 2016 la soglia dovrebbe rimanere quella dei 6.713,98 euro. Il cambiamento arriverà solo nel caso in cui le entrate per le casse dello Stato aumenteranno secondo quelle che sono le aspettative dell'esecutivo guidato da Matteo Renzi.