Una nuova modifica è stata introdotta questa mattina in commissione Bilancio presso la Camera dei Deputati, per quanto riguarda il pagamento del #Canone Rai 2016. Questo, solo per il prossimo anno, si comincerà a pagare con la bolletta della luce di luglio. Il motivo della decisione sarebbe da ricercare in problematiche legate a questioni relative all'adeguamento delle modalità di fatturazione. Infatti vi sarebbero dei tempi tecnici abbastanza lunghi, che non consentirebbero la rateizzazione del Canone sin da subito. Questo quindi vuol dire che le rate da gennaio a luglio, solo per il prossimo anno, si pagheranno con la bolletta della luce di luglio.

Dal mese successivo in poi invece la rateizzazione dovrebbe normalizzarsi. 

Dall'anno prossimo saranno 10 le rate

Ricordiamo che negli scorsi giorni era stato presentato un emendamento per la suddivisione dell'importo del canone in 10 rate. Ciò aveva sollevato dure critiche , in quanto le bollette della luce hanno cadenza bimestrale, questo quindi vuol dire che in totale nell'arco di un anno sono solo 6. Dunque l'idea delle 10 rate allo stato attuale è praticamente impossibile da attuare. Da quest'anno il Canone Rai scende da 113,5 a 100 euro. Nel 2017 si pagheranno invece 95 euro e negli anni successivi ancora di meno. Con questo provvedimento l'esecutivo retto dal Premier #Matteo Renzi intende ridurre di molto la forte evasione che da sempre contraddistingue il pagamento del Canone Rai. 

Ecco chi deve pagare la tassa

Il Canone va pagato dai possessori di apparecchi televisivi, essendo una tassa sul possesso.

I migliori video del giorno

Si paga solo una volta, dunque chi ha più case dovrà pagarlo solo nella prima casa. Restano esclusi per il momento coloro che sprovvisti di televisori hanno Smartphone e Tablet. Multe salate per i trasgressori, con importi che vanno da 200 a 600 euro. Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi con questa riforma conta di recuperare dall'evasione molte risorse, che dovrebbero riempire le casse dello Stato e anche quelle della Tv pubblica. Inoltre l'aumento delle entrate finirebbe per ridurre l'importo del Canone per i prossimi anni#Governo