Il #Canone Rai è una tassa che spetta pagare a tutti coloro che hanno nelle loro abitazioni un apparecchio televisivo, anche se non guardano la Rai. Il costo del canale è sempre di 90 euro e il pagamento avviene tramite rateizzazione nella propria bolletta di elettricità, dato che si suppone che tutti coloro che siano intestatari di elettricità, possiedano a loro volta un apparecchio televisivo. Le compagnie elettriche che non dichiarano il mancato pagamento del canone da parte cittadini andranno incontro a delle multe salate.

Ecco chi è esente

Nonostante una disciplina sempre più ricca esistono comunque dei casi di esenzione.

Se ad esempio non si possiede un'apparecchio televisivo, si può usufruire della dichiarazione sostitutiva, in cui si confessa il mancato possesso di un apparecchio televisivo [VIDEO] in tutte le stanze dove è presente una connessione elettrica. Tutte le persone over 75 che hanno un reddito annuale che non supera i 6.713 euro, non sono tenuti a pagare il canone televisivo per l'anno 2018.

La notizia arriva direttamente dall'Agenzia delle Entrate che fa sapere tutto ciò attraverso una nota. La legge di stabilità del 2016, aveva introdotto la presunzione di detenzione dell'apparecchio Tv. Ciò sta a significare che tutti coloro che possiedono corrente elettrica nelle loro abitazioni, in automatico sono per legge possessori di apparecchi televisivi. Così però non è per tutti, alcuni cittadini possono dunque fare richiesta di esenzione.

Come fare la richiesta?

Per fare la richiesta, si deve compilare un modulo disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate o sul portale web della Rai. Si dovrà allegare anche una copia del documento di identità [VIDEO] insieme al modulo. Se non si può inviare la richiesta online, lo si può fare attraverso una raccomandata da spedire all'indirizzo Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1 S.A.T - sportello abbonamenti tv, casella postale 22 10121 Torino. Il pagamento del canone Rai scatta già a partire dai primi di gennaio, quindi è meglio fare la richiesta entro fine anno. il termine per presentare la richiesta scade il 31 gennaio 2018.

L'Agenzia delle Entrate fa sapere che è cosa buona accertarsi con precisione se si ha veramente diritto all'esenzione perchè le conseguenze per chi presenta una dichiarazione falsa saranno molto pesanti. Se possedete un televisore e fate comunque la richiesta di esenzione per non possesso di apparecchi televisivi, potreste incorrere nel penale per falso in atto pubblico. Nel caso in cui il canone Rai non venga pagato, il contribuente dovrà in seguito pagare il canone arretrato compreso di interessi e multa. #esenti