Non pagare il Canone Rai è possibile per alcuni cittadini. Stiamo parlando di una categoria ristretta di persone che può far uso di questa agevolazione. Continuate a leggere l'articolo per scoprirne di più.

Ecco chi ne può usufruire

Naturalmente non tutti potranno usufruire di tale agevolazione, ma solo i cittadini che non possiedono all'interno delle loro case un apparecchio televisivo. Tali cittadini posso richiedere l'esenzione [VIDEO] direttamente all'Agenzia delle Entrate, tramite l'apposita modulistica online. Si può far richiesta entro e non oltre il 31 gennaio 2018, ma dato che il pagamento del canone ha inizio già a partire dal primo di gennaio, è consigliabile fare la dichiarazione entro fine dicembre, altrimenti si dovrà poi richiedere ed ottenere il rimborso.

L'Agenzia delle Entrate ha comunicato il tutto tramite una nota, in cui ha fatto sapere anche che per chi spedisce via cartacea tramite posta tale richiesta, essa dovrà avvenire entro il 20 dicembre. Con la Legge di Stabilità emanata nel 2016, ogni cittadino intestatario di un'utenza elettrica nella sua residenza, è per presunzione possessore di apparecchio televisivo. Il pagamento del canone tv avviene dallo scorso anno tramite la bolletta di elettricità. L'importo viene addebitato sulla bolletta in 10 rate mensili.

Come richiedere l'agevolazione

Per non ricevere l'addebito del canone nella bolletta della luce, il cittadino che non possiede l'apparecchio televisivo dovrà presentare un modulo all'Agenzia delle Entrate in cui dichiarerà che non possiede alcuna televisione (nè lui e nè nessun altro familiare convivente).

La richiesta può anche essere presentata da un'erede di una persona morta, la cui utenza elettrica è ancora temporaneamente intestata al parente non più in vita. Il modello è disponibile sia sul sito internet dell'Agenzia delle Entrate, sia sul sito della Rai. Chi non può inviare il modulo online, può spedirlo per via postale [VIDEO]al seguente indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, - SpCasella Postale 22 - 10121 Torino. Per chi lo volesse, la richiesta può essere inviata anche tramite posta elettronica certificata.

Se volete continuare a rimanere aggiornati su tutte le ultime news nel mondo dell'economia, della cronaca, della salute e molto altro ancora, cliccate sul tasto 'Segui' in alto a sinistra, vicino al nome dell'autore di questo articolo.