Pagare 35 euro in più sulla bolletta della luce Enel o anche di altre società elettriche, questa è la notizia che sta girando in questi giorni sui social e su Whatsapp [VIDEO]. I consumatori stanno cercando di capire se la notizia sull'aumento della bolletta della luce è vera o è una bufala, cerchiamo di fare chiarezza.

Soldi in più sulla bolletta della luce. È una bufala?

La notizia che sta circolando sui social come Facebook, Twitter e addirittura su Instagram (sotto forma di link e immagini) sta arrivando sugli smartphone di milioni di utenti attraverso la più famosa App di messaggistica istantanea Whatsapp è quella di un presunto aumento di 35 euro sulla bolletta della luce a partire da aprile 2018, per colpa dei morosi che non hanno pagato la bolletta della luce negli ultimi anni.

Sul testo dei messaggi che stanno circolando in queste ore sui social e su WhatsApp si parla di 30/35 euro che i consumatori troveranno in bolletta come aumento per coprire i milioni di euro dei morosi che quindi non hanno pagato.

Queste alcune parole del messaggio bufala: "Non dobbiamo pagare in attesa della decisione del T.A.R. …Io non le pago". In realtà non è esattamente così, l'aumento ci sarà ma ancora non si conosce la cifra esatta visto che non sono stati fatti conteggi perché il provvedimento non è ancora definitivo. La mancanza di una giusta informazione è causa di fake news e bufale [VIDEO] che poi girano per tutto il web creando non solo confusione ma confondono così anche milioni di utenti.

La notizia delle bollette della luce non pagate dai morosi, è vera?

Il caos che avvolge le bollette della luce è nato dopo la notizia della scorsa settimana sul pagamento del 20% del debito accumulato dai morosi, in base alle sentenze del Tar e del Consiglio di Stato sarebbero circa un miliardo di euro.

Esattamente questi oneri di sistema che gravano sulle bollette della luce per circa il 20 per cento non sono altro che gli oneri di sistema, ovvero gli incentivi alle rinnovabili, la copertura dei bonus sociali, la copertura delle agevolazioni tariffarie dei treni, lo smantellamento del nucleare e altro ancora. Il buco che si è creato ha mandato in crisi molte società elettriche tanto che alcune hanno dovuto chiudere i battenti e quindi si è pensato bene di far pagare un piccolo prezzo ai contribuenti per saldare il debito. Una vera beffa per i consumatori da parte dello Stato. Per quanto la notizia sia vera, ancora non si conosce la cifra che dovrà essere pagata quindi il consiglio è quello di ignorare questi assurdi messaggi che si ricevono su WhatsApp e Messenger ed evitare di condividerli