Da avantieri è disponibile on line il 730 precompilato per la dichiarazione dei redditi 2018, [VIDEO] tutte le scadenze e le info per una consapevole compilazione della dichiarazione di modo da non incorrere in errori che potrebbero costare caro.

Precompilato dal 16 aprile on line

A partire da lunedì 16 aprile sono stati messi a disposizione degli utenti i modelli precompilati del 730, per dare modo a CAF, commercialisti ma anche a singoli cittadini autonomamente di inoltrare, una volta modificati ed integrati i dati. La procedura è stata semplificata per dare modo anche ai cittadini, la compilazione senza rivolgersi al commercialista, ma data la procedura ancora molto complessa e per evitare salassi in sede di controlli è meglio fare ricorso a dei professionisti, soprattutto in situazioni complesse e poco chiare.

Ma quali sono le date di presentazione e tutte le scadenze di questo adempimento? Dal 16 aprile in poi come già detto saranno disponibili online le dichiarazioni dei redditi preparate dall’Agenzia delle Entrate, che contengono oltre ai dati dei redditi, le spese mediche, i bonus ecc. Collegandosi al sito agenziaentrate. gov.it, ed avvalendosi del pin si potrà accedere.

Per modificare i dati o integrarli con quelli mancanti, nel caso non si accetti la dichiarazione precompilata così com'è, si deve attendere una seconda scadenza quella del 2 maggio, data in cui, si potrà procedere alla compilazione da parte dell'utente.

L'invio del modello 730/2018 [VIDEO] precompilato online può essere fatto dai lavoratori dipendenti e pensionati, nonché da chi è in cassa integrazione, in mobilità o ha percepito la Naspi.

Altri utenti che possono adempiere alle scadenze fiscali tramite precompilato sono: i soci di cooperative, i sacerdoti, i giudici costituzionali, i deputati del Parlamento, i consiglieri delle Regioni, delle Provincie e dei Comuni, Lsu, dipendenti con contratti non superiori all'anno, i precari della scuola in servizio da settembre a giugno, Co.co.co, produttori agricoli che non devono presentare le dichiarazioni Irap e Iva.

Altre categorie che devono avvalersi del modello suddetto, sono coloro che percepiscono redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, da redditi terreni e fabbricati, di capitali e da lavoro autonomo per cui non è richiesta la partita Iva. Seguire comunque le istruzioni dettagliate del modello 730, per verificare tutte le categorie, e per chiarirsi i dubbi.

Scadenze degli adempimenti

Ecco le scadenze per la presentazione del precompilato:

  • 9 luglio 2018, per chi presenta la dichiarazione tramite sostituto d'imposta;
  • 23 luglio 2018, per chi presenta direttamente la dichiarazione dei redditi o con l'intermediazione di caf e commercialisti.

Si precisa che per il modello 730 le scadenze sono le stesse. Per ricevere altre news riguardo a questo argomento così importante, di cui tratteremo nei prossimi giorni, basta cliccare sul tasto segui.