Conto alla rovescia per la dichiarazione precompilata, che l’Agenzia delle Entrate renderà disponibile sul sito infoprecompilata.agenziaentrate.gov.it da lunedì 15 aprile. Da quella data circa 30 milioni di contribuenti avranno la possibilità di visionare on line la propria dichiarazione dei redditi, che conterrà anche i dati di alcune spese detraibili e deducibili.

Ecco le novità del 730 precompilato 2019

Arrivata al quinto anno di vita, la dichiarazione precompilata diventa sempre più ricca di dati, al fine di agevolare i contribuenti nel classico adempimento fiscale della presentazione del modello 730.

Già da qualche anno nella dichiarazione precompilata i contribuenti trovano i dati relativi alle spese sanitarie e veterinarie, agli interessi passivi sui mutui prima casa, ai versamenti per i premi per assicurazioni su infortuni e rischio morte, ai contributi previdenziali e assistenziali, ai contributi versati per lavoratori domestici, alle spese universitarie, alle spese funebri, alle spese per la frequenza degli asili nido, ai contributi versati alla previdenza complementare o a enti o casse aventi fine assistenziale, alle spese per interventi di ristrutturazione e di riqualificazione energetica degli edifici, ai contributi versati alle società di mutuo soccorso, alle ONLUS, alle associazioni di promozione sociale, alle associazioni per la valorizzazione dei beni di interesse artistico, storico e paesaggistico e alle fondazioni che promuovono le attività di ricerca scientifica.

Dalla dichiarazione relativa al periodo di imposta 2018 i contribuenti troveranno nuove informazioni e precisamente gli importi dei premi versati per assicurazioni aventi per oggetto il rischio di eventi calamitosi e le spese relative agli interventi di sistemazione dei giardini condominiali, il cosiddetto Bonus Verde.

Si amplia la possibilità della compilazione assistita del quadro E

Oltre alla novità relativa agli ulteriori dati inseriti nella dichiarazione precompilata, l’Agenzia delle Entrate ha comunicato che il 730, che i contribuenti troveranno on line, si avvale di una novità relativa alla compilazione assistita del quadro E – Oneri e spese.

Infatti da quest’anno questa possibilità, che lo scorso anno era riservata solo alla sezione I (spese per le quali spetta la detrazione d’imposta del 19%, 26%, 30% o 35%) e alla sezione II (spese e oneri per i quali spetta la deduzione dal reddito complessivo), è stata estesa a tutto il quadro E.

In pratica il contribuente, che intende modificare i dati precompilati, potrà scegliere o di inserire manualmente i dati corretti o di avvalersi di una modalità assistita, integrando o aggiornando l’elenco dei documenti che certificano le spese. Ci penserà poi l’applicazione web a ricalcolare gli oneri detraibili o deducibili aggiornando la sezione corrispondente del quadro E del modello 730.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Tasse

Il vantaggio di accettare il 730 precompilato

Come noto il contribuente può decidere di accettare senza modifiche la dichiarazione precompilata predisposta dal fisco o rettificarla. Nel primo caso, ovvero se si accettano i dati precompilati, si è esonerati dall’obbligo di conservazione dei documenti che certificano le spese detraibili e deducibili inserite in dichiarazione e non si sarà soggetti a controlli documentali.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto