Gli occhiali per la "realtàaumentata", gli ormai noti Google Glass, hannoattirato l'attenzione, oltre che del pubblico, anche di altrioperatori nel settore della tecnologia avanzata. Secondoindiscrezioni diffuse dal Korea Times, Samsung avrebbe giàdepositato un brevetto per i suoi Galaxy Glass,sempre secondo la testata sudcoreana la presentazione ufficiale delprodotto dovrebbe avvenire a settembre in occasione dell'IFA 2014 diBerlino.

Nel frattempo Googleha annunciato una nuova linea di montature specifiche per venireincontro a coloro che usano gli occhiali per correggere difettivisivi: la "Titanium collection", con lestesse funzioni del modello originale, integrata da tre modelli chemontano lenti polarizzate.

Per ora comunque i tanto desiderati Google Glass rimangonolontani dalla portata dei più, infatti sono venduti aipartecipanti del programma "Explorer", che hanno il compito ditestarli, ad una cifra considerevole di 1.499 dollari, anche se Googleha già fatto sapere che presto saranno in vendita, per i modelli altitanio, a 225 dollari a cui andrebbero aggiunti altri 150 per ilmodello polarizzato.

Per ovviare a questo inconveniente Google stastringendo accordi con il servizio sanitario per permettere che iGoogle Glasscon funzioni correttive della vista possano essere acquistati contariffe agevolate e a tale proposito ha già concluso un accordo conla società di assicurazione VPS. Ancora un dato significativo suiGoogle Glass:secondo le prime impressioni dei tester gli occhiali risulterebberoscomodi da indossare e troppo appariscenti, senza considerare alcunequestioni legate alla privacy.