WhatsApp e l'annuncio delle chiamate VoIP senza costi aggiuntivi (se non per il consumo di traffico dati) hanno attirato l'interesse non soltanto di milioni di utenti ma anche di truffatori. Non sono mancate, al momento dell'annuncio, le avvertenze a diffidare di sconosciuti, false promesse e specchietti per le allodole durante la fase di attivazione su invito del servizio. Il sito whatsappchiamate.com ed altri portali rischiano di compromettere la sicurezza del vostro Smartphone, lo strumento numero uno per usare una delle applicazioni preferite dagli utenti italiani.

Pubblicità
Pubblicità

Quando trapela una notizia allettante come quella delle chiamate vocali VoIP di WhatsApp, scatta un meccanismo che attira tanto gli utenti quanto i malintenzionati impegnati a diffondere app di terze parti e malware. In casi come quello di WhatsApp i pericoli sul tema della sicurezza sono sempre in agguato, specie per i meno esperti e i più ingenui, come hanno dimostrato alcune segnalazioni trapelate su Internet in questi giorni.

Pubblicità

Tra i siti segnalati direttamente dagli utenti di WhatsApp a livello globale, emerge soprattutto il suddetto whatsappchiamate.com (chiamato anche chiamatewhatsapp.com), quindi segnatevelo. E' bene ricordare che il servizio delle chiamate vocali per WhatsApp non può essere attivato collegandosi ad un sito esterno. Segnatevi anche questo aggiungendo che basta un unico accesso a siti apparentemente regolari per compromettere l'uso del vostro telefono.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Smartphone

Altri siti, promettendo l'attivazione immediata del servizio, chiedono agli utenti di invitare un certo numero di amici a visitare il loro portale. Fanno tutto questo per aumentare il numero di visitatori: dopo pagine e pagine di pubblicità che vi mostreranno nel loro wizard, non attiveranno nulla, anzi peggio, installeranno servizi fasulli con conseguenti rischi per la sicurezza del proprio telefono attraverso la minaccia malware celata dietro l'invito di condividere il link d'installazione con la propria Rubrica WhatsApp.

L'unico sano consiglio da seguire è attendere che l'app di instant messaging si aggiorni da sé senza fare tentativi non solo inutili ma rischiosi. I più ansiosi hanno un'unica possibilità per evitare l'attesa: provare ad attivare le chiamate vocali su WhatsApp con il sistema descritto da Cnet, Androidpit e IB Times.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto