Parigi volta pagina ed inizia a sperimentare qualcosa che proietta il mondo moderno verso il futuro.

Si tratta di trasporti pubblici, più in particolare di mini bus senza conducente, che collegano (almeno inizialmente) le stazioni di Lyon e Austerlitz.

I cittadini Parigini potranno quindi usufruire di questo trasporto in modalità gratuita almeno fino ad Aprile (termine della prova) entro la quale data, lo stato francese trarrà delle conclusioni e in base a cui valuterà o meno la possibilità di inserire in città e quindi in più punti, questi piccoli e comodi mezzi di trasporto.

Pubblicità
Pubblicità

La distanza che percorreranno queste navette sarà molto breve e la loro velocità massima arriverà intorno ai 25 Km/h. Faranno avanti e indietro senza sosta per ben sette giorni su sette e al loro interno sarà presente un dipendente della Ratp (ente dei trasporti parigini).

Alla fine della prova saranno i cittadini francesi a valutare con una loro impressione se questi bus gli saranno di aiuto oppure no, ed in base alle relative risposte lo stato valuterà il suo eventuale utilizzo.

Pubblicità

Questo risulta essere un grande passo avanti per il futuro di molte metropoli che ogni giorno devono lottare con ritmi sempre più frenetici, costi elevatissimi, ma sopratutto con una quantità di smog che ormai sta raggiungendo il limite massimo di sopportazione.

E' facile pensare, qualora la nazione francese dovesse decidere di utilizzarle, che tutte le capitali e le metropoli dei vari paesi europei, Americani e Asiatici potrebbero seguire a ruota questa loro scelta.

I mini bus elettrici sono stati prodotti e forniti dalla società Francese Easymile.

Ogni bus per percorre il tragitto (registrato a memoria), farà riferimento ad un Gps, il quale lo guiderà senza errori nel percorso.

Chissà quando anche In Italia, ma sopratutto a Roma e Milano, inizieranno a puntare gli occhi su questa bellissima iniziativa, che sicuramente potrebbe portare un servizio aggiunto ai cittadini e alle migliaia di turisti presenti ogni giorno sul nostro territorio nazionale.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto