Ti sarà certamente capitato, navigando in rete, di imbatterti in portali che offrono numerose serie TV, film o altri contenuti in streaming o download, gratuito e in modo non totalmente legale.

Magari stavi soltanto cercando qualche informazione su un film o una serie tv che attendevi da tempo [VIDEO] e ti sei ritrovato su un portale che ti dava la possibilità di vedere o scaricare il film o l’ultimo episodio della tua serie preferita in maniera totalmente gratuita e magari, spinto dalla curiosità, qualche volta avrai anche cliccato sul “play” per vedere cosa accadeva, per vedere se davvero potevi guardare gratis quel film, e così, dopo innumerevoli reindirizzamenti automatici della pagina e una mezza dozzina di pubblicità moleste che si aprivano in background, ti sei ritrovato su di una pagina che ti chiedeva di inserire i dati della tua carta di credito per continuare a vedere il filmato, e ti sarai certamente chiesto il perché di questa insolita richiesta, soprattutto perché ti veniva chiesto di pagare 0,00€.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Smartphone

Come avviene la truffa ?

In realtà quel servizio di Streaming pirata vive in un paradosso ed è allo stesso tempo sia gratuito che a pagamento e se il portale su cui sei finito è totalmente gratuito ed i video sono riprodotti in maniera altrettanto gratuita, l'abbonamento da 0,00 euro che ti viene richiesto in realtà è una truffa telematica, e il motivo per cui ti si richiede l'inserimento dei dati della carta di credito è perché quell'iscrizione attiverà un servizio in abbonamento, apparentemente gratuito che, una volta completata la registrazione, passerà automaticamente e senza chiederti il consenso, dalla modalità free alla modalità premium, con il conseguente addebito sulla tua carta di credito o di debito di 25 o 50 euro o dollari al mese.

Ad operare questa truffa sono portali come lilplay, donnaplay, e innumerevoli altri portali con nomi più o meno simili e che probabilmente non hai mai sentiti nominare e di cui non hai mai visto un vero e proprio catalogo e questo perché in realtà il catalogo di questi servizi non esiste e questi portali generalmente ospitano soltanto una manciata di pagine che ruotano attorno al form di iscrizione. Questi servizi truffaldini operano infatti nell’ombra, insediandosi nei circuiti pubblicitari dei portali di streaming pirata che generalmente ospitano numerosi link a contenuti esterni.

Solitamente cliccando su questi link si viene reindirizzati ad uno degli innumerevoli servizi di streaming che ospitano illegalmente film e serie tv, ed è nel passaggio tra il portale con i link che funge da catalogo al player di streaming effettivo, che si insediano questi servizi truffaldini.

L'attivazione dell'abbonamento infatti non garantisce la reale fruizione di contenuti in alta definizione e privi di banner pubblicitari, ed una volta effettuata la registrazione si verrà comunque reindirizzati verso un servizio di streaming gratuito al quale avremmo avuto accesso anche senza sottoscrivere l'abbonamento.

In conclusione, sono fondamentalmente delle truffe,che facendo leva sul desiderio degli utenti di accedere gratuitamente a film o serie tv inedite, si ritrova spesso a pagare, molto più di quanto non pagherebbe un regolare abbonamento a servizi legali quali Netflix, Infinity o NowTV

Forse è superfluo da dire, ma è sempre meglio evitare di fornire i dati della propria carta di credito ad uno sconosciuto, soprattutto se vuole venderti un servizio gratuito e al limite della legalità.