Negli ultimi giorni sta facendo discutere la notizia che riguarda la progettazione di un nuovo programma tecnologico che sarebbe in grado di scovare le password degli iPhone in pochi minuti. Il sistema si chiama GrayKey, e sarebbe stato realizzato da una misteriosa compagnia privata internazionale, e diffuso negli Stati Uniti d'America a partire dal 2016. Secondo quanto riportato dal sito specializzato "iPhone Italia", lo strumento sarebbe già in uso tra le forze di polizia statunitensi.

Pubblicità
Pubblicità

La misteriosa azienda produttrice e gli ipotetici rischi per gli utenti Apple

Di recente, il noto quotidiano britannico "Daily Mail" ha dedicato un articolo di approfondimento a questa notizia. Secondo le informazioni in possesso della testata inglese, la "misteriosa compagnia internazionale" si chiamerebbe Grayshift, sarebbe composta da meno di cinquanta dipendenti, e sarebbe gestita da "contractors" dei servizi segreti statunitensi e da ex ingegneri della sicurezza di Apple.

Non perdere le ultime notizie!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa di più oppure scopri qui tutti i Canali. Ti terremo aggiornato sulle novità che non puoi perderti!
Apple

Tenendo conto che questa tecnologia viene utilizzata perlopiù a scopo investigativo, esiste comunque il rischio che il dispositivo possa finire nelle mani sbagliate, per essere usato con finalità illecite da parte di singoli individui o di società malintenzionate.

Il direttore di Malwarebytes: "GrayKey pone seri rischi per la sicurezza"

Nel succitato articolo del "Daily Mail" sono stati anche riportati i dubbi espressi su GrayKey da parte dell'esperto di sicurezza e direttore della sezione mobile di Malwarebytes, Thomas Reed.

Pubblicità

Questi, analizzando nello specifico la questione, ha affermato che il programma potrebbe generare seri problemi per la sicurezza, rivelando che rappresenta una vera e propria "scatola grigia", facendo un'evidente allusione al nome del discusso programma tecnologico.

Inoltre, bisogna anche ricordare che Reed già nel mese di marzo si sera soffermato su eventuali problemi e rischi derivanti dal ricorso a GrayKey, in un articolo scritto sul suo blog personale, ospitato nel sito della Malwarebytes.

Nel suo pezzo, il direttore della sezione mobile della società che produce la nota applicazione anti-virus, aveva anche rivelato che la compagnia GrayShift avrebbe la sua sede centrale ad Atlanta, in Georgia. Nonostante ciò, nel concludere il suo intervento, l'esperto di sicurezza informatica aveva ribadito che si sa ancora molto poco di questa compagnia.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto