Si chiama PostepayCrowd 2.0 il progetto a cura di Poste Italiane e Mastercard, sviluppato attraverso la piattaforma Eppela. L'idea è nata con l’intenzione di dare attivo supporto alle start up in ambito Fintech e pagamenti, allo scopo di sviluppare progetti di innovazione e trasformazione digitale. Sono trascorsi quattro anni dall'avvio della prima fase di PostepayCrowd e a oggi sono oltre 190 progetti cofinanziati che hanno beneficiato di oltre 2 milioni e mezzo di euro di offerte. Da quest'estate, Poste Italiane ha deciso di focalizzare le proprie iniziative di Mentoring sul settore ePay, una realtà ormai sempre più presente.

Il duplice obiettivo di Poste Italiane

Sulla piattaforma Eppela sono online già dallo scorso 2 luglio le prime iniziative d'impresa PostepayCrowd 2.0 in ambito Fintech e lo scopo è quello di raggiungere i fondi necessari per avviare le proprie attività.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Offerte di lavoro

Con questo progetto Poste Italiane ha un duplice obiettivo: innanzitutto supportare lo sviluppo dell'imprenditorialità e delle start-up, oltre a creare un valore condiviso. Dall'iniziativa, infatti, viene fuori l'immagine di una comunità che sostiene concretamente le idee vincenti.

Ovviamente, c'è un'asticella minima da oltrepassare per quanto riguarda i fondi raccolti, il tempo in cui è possibile raccogliere i contributi è mediamente di quaranta giorni. Ogni progetto in ballo, grazie alle offerte degli utenti che scelgono di sostenerlo, avrà la possibilità di ottenere un cofinanziamento per un tetto massimo di 5 mila euro che sarà attivato dai mentor Poste Italiane e da Mastercard. Lo scopo dei mentor, inoltre, sarà quello di affiancare le realtà selezionate nell'elaborazione di idee promozionali e di marketing più consone ed efficaci al mercato. Una vera e propria consulenza che proseguirà anche nella fase successiva, quella di avviamento dell'impresa.

Sostegno promozionale: un’altra incredibile opportunità

La selezione dei progetti più meritevoli avviene in maniera meritocratica attraverso la trasparenza dell’iniziativa in rete.

La fase di start up, inoltre ha bisogno di strategie promozionali che rendano le nuove idee visibili sul mercato, attività fondamentale nel momento in cui si vuole far conoscere una realtà emergente. Pertanto i progetti di alcuni ambiti specifici come Fintech, pagamenti digitali [VIDEO], blockchain, inclusione finanziaria ed intelligenza artificiale, possono essere selezionati dall'azienda e da Mastercard e ricevere un ulteriore sostegno pratico: una campagna di comunicazione dal valore complessivo di 15 mila euro.

Un’idea diventata realtà

Sono nove, ad oggi, i progetti Fintech presenti sulla piattaforma Eppela. Weldpay è stato il primo a raggiungere il traguardo di raccolta: nel dettaglio, si tratta di un'applicazione utile a prevenire dalle truffe in rete, in particolar modo negli anticipi di denaro per l'affitto di case-vacanza (casi di truffa in tal senso sono finiti agli onori della cronaca anche di recente, ndr), acquisto di beni mobili e nel mondo dell'E-commerce [VIDEO]. Gli altri progetti sono ancora in fase di raccolta fondi: non resta che dire in bocca al lupo!