Finalmente, dopo più di tre anni, Codemasters ci riporta in pista con il nuovo DiRT Rally 2.0. Grazie a Kochmedia Italia siamo riusciti a mettere le mai sul titolo e, dopo svariate ore di gioco, possiamo dire che ci è sembrato davvero molto valido. Il motore usato è l'EGO Engine creato dalla stessa Codemasters e usato per altri suoi racing game pubblicati in passato. In DiRT Rally 2.0 è presente la Licenza Ufficiale FIA World Rallycross Championship (WRX) la quale ha permesso agli sviluppatori di inserire un parco auto molto ampio, nonchè i modelli della Stagione 2018 e i circuiti ufficiali WorldRX. Ma adesso bando alle ciance e andiamo a vedere come va questo DiRT Rally 2.0.

Gameplay

Per quanto riguarda il gameplay possiamo dirvi che DiRT Rally 2.0 ci ha stupiti ed entusiasmati allo stesso tempo. Dopo le prime partite giocate con il controller, possiamo affermare che il titolo rafforza la sua indole orientrata prettamente sulla simulazione. Per far si che tutto fili liscio come l'olio, bisognerà prendere confidenza con la giocabilità, solo dopo inizierà il puro e vero divertimento ricco di momenti appaganti e adrenalinici.

Infatti, anche disattivando tutti gli aiuti, il gioco ci permetterà di guidare in maniera realistica e precisa. Il feedback che ci è arrivato dalle auto quando sfrecciano sulle piste è molto positivo. Ad esempio ogni asperità del terreno è riprodotta alla perfezione, i bolidi affondano le gomme nel fango in modo credibile e reagiscono in maniera convincente anche sull'asciutto o sotto la pioggia.

Le auto, con cui affrontare la Modalità Rally Cross o la Modalità Rally Storico sono suddivise in quattro classi: Supercar WRX, RX2, RX Super 1600s e le RX Crosskart.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Videogiochi

Sono presenti tantissime auto moderne e storiche - più di 50 - tra cui spiccano la Megarel RS RX, la PSRX Volkswagen Polo R e la Porsche 911 RGT Rally Spec. Tutte queste auto potranno sfrecciare tra 6 diverse ambientazioni (Australia, USA, Argentina, N.Zelanda, Polonia e Spagna) e su alcuni nuovi tracciati come Barcelona, Silverstone e Mettet. Nel gioco ci sono due modalità: la Modalità Rally Storico e la Rally Cross, oltre alla modalità Carriera.

La prima è stata realizzata per donare al giocatore un'esperienza eccitante. Infatti andare fuori pista, giù da un dirupo o schiantarsi contro un albero sarà molto facile se non farete attenzione nel dosare bene freno e acceleratore. Nel Rally Cross invece dovremo sfidare 8 partecipanti che possono essere o dei giocatori veri o gestiti dalla CPU. Le gare Rally Cross sono le classiche testa a testa in tracciati che offrono non solo parti in asfalto, ma anche su sterrato.

Per accontentare gli amanti delle competizioni in real time gli sviluppatori per la prima volta hanno introdotto la possibilità di disputare un Campionato dedicato di Rally Cross. Quindi in queste gare potremo prendere a sportellate amici in multiplayer o giocatori gestiti dal gioco.

Aspetto Tecnico

DiRT Rally 2.0 stupisce in tutto, anche nel comparto tecnico. Il motore proprietario, EGO Engine, è stato spremuto al massimo, riuscendo a raggiungere miglioramenti molto marcati rispetto al passato.

I modelli 3D delle auto sono praticamente perfetti, eccezionali e molto realistici. Non possiamo dire la stessa cosa per gli interni delle auto, ma nulla di trascendentale. Ottime anche le animazioni del pilota indaffarato tra volante, freno a mano e cambio nel tentativo di tenere la macchina in pista. I tracciati risultano leggermente meno dettagliati di quelli visti in altri titoli, ma questo non è un problema grazie alla grande stabilità del motore grafico che rende tutto molto fluido. Infatti siamo riusciti ad ottenere 60 FPS fissi su PS4 Pro godendoci a pieno il 4K dinamico senza mai un calo di prestazioni. Molto belli e realistici anche gli effetti particellari e la gestione delle luci, tutto in tempo reale, che rendono le gare in notturna una vera gioia per gli occhi. Da lodare anche la deformazione della superficie dei tracciati e i danni visibili sulle auto. Buono anche il comparto audio in generale con il rombo dei motori riprodotto in modo fedele.

Conclusioni

Anche se dobbiamo dire che non è un gioco per tutti, DiRT Rally 2.0 oggi rappresenta la miglior esperienza Rally possibile. Chi vuole godere di massicce dosi di adrenalina deve prima concedersi il tempo di imparare il modello di guida creato da Codemasters. Dirt Rally 2.0 oggi è comunque un racing game di altissima qualità e il migliore esponente del suo genere. Imperdibile per i fan e consigliato a chi cerca un titolo Rally simulativo.

Voto 8.9/10

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto