La bicicletta elettrica è un mezzo sempre più amato dagli italiani sia per tempo libero e sport che per la mobilità urbana. Ciò che manca ancora è un preciso quadro normativo di riferimento, visto anche il largo successo che sta ottenendo tra la popolazione. Per il momento l'unica norma a cui afferisce la bicicletta elettrica è l'articolo 50 del codice della strada, pronto quindi il disegno di legge in materia presentato dal senatore Andrea De Bertoldi di Fratelli d'Italia.

Pubblicità
Pubblicità

De Bertoldi: 'E-bike assimilabili a un motorino'

In un'intervista pubblicata oggi su Il Sole 24 Ore il senatore di FdI è subito chiaro sulla proposta di legge che ha preparato: "Le e-bike sono molto simili a dei motorini, recando quindi una maggiore pericolosità sulla strada che le classiche biciclette". Il senatore sottolinea che questa è una sua iniziativa personale e non collegiale di partito, avendo notato come i conduttori delle biciclette con pedalata assistita siano troppo spesso protagonisti di: "atteggiamenti irrispettosi della legge in tema di circolazione stradale".

Pubblicità

Il rappresentane di Fratelli d'Italia ha dunque elaborato una proposta di legge che vede il casco obbligatorio per i ciclisti, una targa di riconoscimento e un'assicurazione civile che copra in caso di danni o incidenti. Potrebbe dunque essere introdotta una targa obbligatoria di riconoscimento sul telaio ben visibile, sui lati e sul retro del velocipede, ma anche esser vietato il contromano nei centri abitati, soprattutto per la velocità delle bici elettriche che per legge possono arrivare al massimo ai 25 km/h, per poi staccarne il dispositivo qualora il ciclista pedalasse.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Ciclismo

Per il senatore vietare i contromano alle e-bike ne giova all'interesse di tutti, essendo questa manovra una, a dire di De Bertoldo, tra le cause più importanti degli incidenti con i ciclisti.

'Assicurazione per la responsabilità civile è il minimo'

Il senatore nella lunga intervista su Il Sole affronta anche il tema della responsabilità civile: "Se con la bicicletta si investe qualcuno si rischia di mangiarsi la casa per pagare i danni".

Ma viene anche affrontato il tema dell'aggiornamento della normativa, visto il largo successo del mezzo per il senatore è necessaria una rivisitazione delle attuali regole. Proprio una responsabilità civile sarà anche una leva per limitare furti e incidenti da chi è proprietario di una bicicletta.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto