Dopo la 'sfida' commerciale arriva la tregua, addirittura l'alleanza: Iliad e vodafone hanno fatto ricorso al Tar in merito all'acquisizione da parte di Fastweb di 40 megahertz della frequenza da 3,5 ghz di proprietà di Tiscali. Quest'ultima frequenza era ed è molto ambita da parte dell'aziende di telefonia mobile in prospettiva rete 5G, che dal 2020 sarà ufficialmente lanciata nel mercato italiano. Di recente il ministero dello Sviluppo Economico ha infatti promosso il bando di acquisizione dei lotti riguardanti alle frequenze della rete 5G, con lo Stato che ha incassato quasi 7 miliardi di euro grazie agli ingenti investimenti di Tim, Vodafone (a testa hanno investito 2,5 miliardi di euro) e Iliad, che ha speso oltre 1 miliardo di euro.

Iliad e Vodafone ricorrono al Tar contro Fastweb

La critica mossa da Iliad e Vodafone a Fastweb è l'irrisoria somma versata dall'azienda svizzera a Tiscali per accaparrarsi le frequenze da 3,5 ghz, circa 150 milioni di euro, e proprio per questo le due aziende hanno deciso di ricorrere al Tar. In merito alle discusse frequenze, Tiscali le ottenne dall'acquisizione del piccolo gestore Aria, piccola telco attiva nel business del WiMax. Tali frequenze avrebbero dovevano essere utili per portare internet nelle zone rurali ma alla fine non hanno garantito una performance ideale per poter svolgere la funzione per cui dovevano essere utilizzate..

Tiscali acquisì Aria, proprietaria frequenze 3,5 ghz della rete 5G

Ecco allora che sono state utilizzate per la rete 4G e poi saranno utili anche per la rete 5G, ovviamente con l'autorizzazione del Governo. Il fatto di essere passate quindi ad una cifra irrisoria a Fastweb non è stato apprezzato da Iliad e Vodafone, che invece hanno speso almeno 10 volte di più per acquisire le migliori frequenze della nuova rete.

Adesso toccherà al Tar esporsi sulla questione, magari potrebbe non autorizzare la cessione delle frequenze da Tiscali a Fastweb, o addirittura potrebbe intervenire il Ministero dello Sviluppo Economico cercando di portare la questione in Parlamento. Alcuni media hanno addirittura ipotizzato un'eventuale annullamento del bando di acquisizione delle frequenze della rete 5G, ed un nuovo lancio del bando.

Di certo, dopo la 'sfida' commerciale fra Iliad e Vodafone e fra Iliad e Ho.Mobile (low cost di proprietà dell'azienda inglese) sorprende questa alleanza fra le due aziende di telefonia mobile.

Segui la pagina Smartphone
Segui
Segui la pagina Vodafone
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!