Torna a distanza di mesi il torneo di Fortnite più atteso: la ‘Competizione Campioni’. Questa volta il formato cambia, poiché non sarà più necessario trovarsi ben 2 o 3 compagni di squadra (come accaduto nelle scorse due Season), ma solo uno: il torneo più atteso vedrà infatti darsi battaglia le coppie più forti a livello professionistico e non in ogni continente.

Può partecipare chiunque giochi a Fortnite

Non è necessario avere un contratto con qualche squadra professionistica a livello esportivo, poiché qualsiasi giocatore, dal più famoso al più sconosciuto, può partecipare e vincere un ricchissimo premio in denaro.

Ci sono ovviamente dei requisiti minimi per poter prendere parte a questo importante torneo, che qui di seguito verranno spiegati e suddivisi in 4 punti:

  • il primo fa riferimento al criterio di età del giocatore, il quale deve avere minimo 13 anni; se minorenne può dunque partecipare, ma saranno i genitori a dover dare l’autorizzazione.
  • Un secondo requisito è quello per cui tutte le coppie dovranno aver raggiunto nella modalità ‘Arena’ un punteggio minimo di 6000 punti, limite oltre il quale si accede dalla ‘divisione Campioni’ da quella ‘Contendenti’.
  • Terzo requisito indispensabile è quello di non poter cambiare il proprio partner di duo per tutta la durata della sessione di gioco, per cui solo quando non ci si sarà qualificati alla fase successiva sarà possibile cambiare.
  • Quarto requisito essenziale, un po’ conseguenza del terzo, è quello di non poter cedere l’eventuale posto di qualificazione ottenuto a un altro giocatore o coppia per nessuna ragione possibile.

Come sarà strutturato il torneo

Premettendo che verrà fatto riferimento alla competizione della regione europea, chiunque abbia i requisiti sopracitati, e vorrà partecipare, prenderà parte a quella che viene chiamata ‘Fase settimanale’: i giocatori verranno divisi in due gruppi in base alla periferica con cui parteciperanno: chi utilizza un PC si troverà a dover fronteggiare giocatori che utilizzeranno esclusivamente altri PC; dall’altro lato, si daranno battaglia gli utenti che giocheranno da console (Playstation, Xbox e Switch) o mobile (cellulari e tablet).

Numeri alla mano, l’evento durerà 4 settimane, dunque vi saranno 4 fasi settimanali: ogni fase settimanale sarà suddivisa in 3 round della durata di 3 ore ciascuno e dal numero di partite massimo prestabilito per ogni coppia di 10, tranne che nel terzo round in cui le partite disponibili saranno solo 6; e se il primo round è aperto a tutti i giocatori idonei, come detto, l’accesso al secondo sarà consentito solo alle migliori 1000 coppie che si saranno distinte nella prima fase (parliamo del continente europeo).

Al terzo round accederanno unicamente le prime 50 coppie classificatesi. Le prime 20 coppie che, settimanalmente, si classificheranno al termine del suddetto, accederanno alle ‘finali di stagione’; inoltre, vi accederanno altre 120 coppie di diritto per via dei risultati ottenuti, definiti “cumulativi” nel corso delle 4 settimane (per un totale di 200 duo).

Ecco perché sarà essenziale provarci e riprovarci senza cambiare compagno di squadra.

La seconda fase, definita ‘finali di stagione’ sarà spalmata su 3 giornate (anche se ancora non è ufficiale, ma così fu nelle due precedenti edizioni) e vedrà suddivise queste 200 coppie in 4 batterie, dalle quali le prime 12 classificatesi per ognuna potranno partecipare alla ‘Gran Finale’, ove si vincono i premi in denaro più sostanziosi. Un qualcosa da far girare la testa.

Un percorso tortuoso

Sarà un percorso lungo e pieno di ostacoli quello che attenderà tutti i partecipanti, e più si riuscirà ad andare avanti più si affronteranno mostri sacri del professionismo, facenti parte di team esportivi dalla fama mondiale (FaZe Clan; Team Liquid; Ghost Gaming, ecc).

Gli occhi degli scout di moltissimi team saranno puntati sullo scovare talenti: ecco perché sarà per chiunque l’occasione per mettersi in mostra, soprattutto per i giocatori emergenti. Quel che è certo è che, per chi giocherà, l’adrenalina sarà a mille e le delusioni, in certi casi, saranno forti e inevitabili per qualche coppia, e non è detto che anche i più forti non potranno fallire e non arrivare fino in fondo. Per chi invece si limiterà ad assistere da spettatore non pagante, ci sarà da divertirsi e da tifare più che mai per i propri beniamini.

Gli italiani non mancheranno

In questo momento più che mai ci sono molti giocatori italiani di Fortnite che hanno tutte le carte in regola per arrivare fino in fondo a questa competizione, diversamente da quanto accadde alla Fortnite World Cup dell’estate scorsa, in cui solo un italiano riuscì a parteciparvi (nella modalità Creativa), ovvero ‘Carnifex’.

Nelle scorse due edizioni della competizione campioni, i nostri players sono andati via via sempre più distinguendosi, riuscendo a raggiungere anche la Gran Finale.

Il Warmup si è appena concluso

La Epic Games, produttrice e proprietaria di Fortnite, come avvenuto nelle due precedenti edizioni di tale competizione, e come fatto anche in vista di quella che sarebbe stata la Fortnite World Cup, ha creato un evento per far sì che i giocatori prendessero dimestichezza con il torneo che inizierà il weekend che verrà (da venerdì 20 marzo), ovvero il Warmup’ della suddetta Competizione Campioni, così come definito dalla casa produttrice. Tale è consistito, per farla breve, nello svolgersi della ‘prima fase’, dunque tutti i primi tre round che precedono la fase due, e non oltre, senza tuttavia alcun premio in denaro in palio.

La coppia vincitrice di tale Warmup, forse un po’ a sorpresa, date le aspettative, è stata quella composta da ‘JannisZ’ e ‘Tayson’, seguita al secondo posto dal duo ‘letw1k3’ e ‘Kiryache32’ e al terzo da ‘LeTsHe’ e ‘Wolfiez’ (quest’ultimo arrivato secondo alla World Cup a coppie, insieme a ‘Rojo’).

Da sottolineare, sicuramente, è stata l’ottima prova degli italiani, che hanno presenziato eccome in questo terzo round, pur senza classificarsi nelle posizioni più alte della classifica anche per via di problemi ai server europei (riscontrabili soprattutto nel Belpaese) che la Epic Games in questi giorni si trova a dover fronteggiare a causa del Covid-19 che costringe tanti a stare a casa, e che fa sì che molti più giocatori del solito siano connessi allo stesso momento.

Tre coppie di italiani sono dunque arrivate fino in fondo, rispettivamente composte da ‘snagged’ e ‘steelix’ (25° posto), ‘Exeed Ardi’ e ‘RCN Ayarbaffo’ (45° posto), ‘Mini Tohaj’ e ‘rqyzz il paddino’ (48° posto).

Segui la pagina Videogiochi
Segui
Segui la pagina ESports
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!