Coniugare lavoro e famiglia per una donna è un'impresa spesso difficile, ma possibile, sembra dire la fiction "Una mamma imperfetta", dove l'altra metà del cielo si destreggia tra i mille problemi quotidiani della vita e, soprattutto, impara ogni giorno a fare il mestiere più difficile: quello della mamma.

Pubblicità
Pubblicità

Le protagoniste del soggetto scritto e diretto da Ivan Cotroneo sono Chiara (Lucia Mascino), Marta (Alessia Barela), Irene (Anna Ferzetti) e Claudia (Vanessa Compagnucci), un gruppo di mamme e amiche che si scambiano confidenze e pensieri sulla maternità e su tutto quello che gravita intorno.

Dopo aver ottenuto un successo clamoroso sul web, la serie approda anche su Rai 2 dove verrà trasmessa, con una striscia giornaliera di otto minuti, dal lunedì al venerdì dal 9 settembre alle 21:05, per un totale di venticinque episodi.

L'ironia è l'elemento chiave di questa serie web, infatti Chiara guarda tutto con un sorriso sulle labbra anche se il suo pensiero costante è se riuscirà a sentirsi realizzata come mamma, moglie e lavoratrice. Ma i dubbi e le autocritiche, si sa, nascono solo da uno spirito intelligente e acuto di cui lei è sicuramente dotata. La giornata della trentanovenne Chiara è scandita dall'accompagnare a scuola i figli, dalle chiaccherate con le inseparabili amiche, dalle riunioni di lavoro.

Pubblicità

Insomma, la sua è una vita piena come può esserlo quella di una qualsiasi mamma alle prese con i mille impegni della vita famigliare e non.

La seconda stagione si sta girando in questi giorni a Roma e del cast fanno parte anche Fausto Maria Sciarappa, che interpreta il marito di Chiara, Biagio Forestieri, Sergio Albelli e Luciano Scarpa.

Ivan Cotroneo precisa: "La Mamma Imperfetta è una categoria dello spirito. Ci sono papà che si sentono Mamme Imperfette, ci sono persone che pur non essendo genitori possono tranquillamente vivere la loro vita da Mamme Imperfette.

Basta mettersi a letto a fine giornata ripassando mentalmente tutti gli impegni mancati, basta vivere gli appuntamenti famigliari o lavorativi con una sensazione costante di inadeguatezza, basta sentirsi più spesso buffi o ridicoli che all'altezza della situazione, per assurgere alla posizione di Mamma Imperfetta".

Leggi tutto