Mario Balotelli, alla fine, ha detto sì: sono mesi che la diatriba con l'ex fidanzata Raffaella Fico va avanti, tra frecciatine velenose e segnali di pace, ed ora il calciatore ha accettato di sottoporsi al test del DNA per accertare (o meno) la paternità della piccola Pia.

Diciamo subito che i risultati dell'esame si conosceranno solo nel prossimo mese di Maggio ma possiamo star certi che, nel frattempo, si parlerà ancora tanto della vicenda. Naturalmente, le ipotesi sono solo due: o SuperMario è realmente il padre di Pia oppure ha ragione lui quando sostiene di non essere certo di essere davvero il papà della piccola.

In ogni caso, Mario Balotelli si è affrettato a dichiarare di essere disposto a prendersi tutte le proprie responsabilità, se l'esito dell'esame dovesse risultare positivo: un buon segnale, sia per quanto riguarda i suoi rapporti con l'ex gieffina, che potrebbero distendersi un pò, sia soprattutto per il fatto che Pia, finalmente, potrà fare conoscenza con l'altro genitore naturale.

Dando sempre per scontato che SuperMario sia davvero il padre, è auspicabile che il calciatore metta da parte, in una certa misura, quello stile di vita sregolato che, spesso, l'ha portato agli eccessi: anche se non riusciamo proprio a vederlo mentre cambia il pannolino alla piccola Pia, se non altro, subentrerà la speranza che possa dedicare un pò del suo tempo 'prezioso' all'infanzia della piccina e a darle quei teneri affetti che fin qui sono mancati.

I migliori video del giorno

In fin dei conti, è l'unica richiesta che Raffaella Fico ha fatto a Mario Balotelli : quella di comportarsi da padre.