"A settembre tornerò alla conduzione di Avanti un altro". Così Paolo Bonolis, raggiunto da "Tv Blog", ha anticipato che tornerà al timone dello show del preserale di Canale 5, subentrando a Gerry Scotti, al quale aveva lasciato la guida della trasmissione a marzo. Possono tirare, dunque, un sospiro di sollievo, i fans di Bonolis, i quali non riuscivano proprio a digerire la presenza di Scotti all'interno di un format che non sembrava per niente adatto all'ex conduttore di "Chi vuol essere milionario".

Non si sa ancora quando partirà la nuova edizione di "Avanti un altro", probabilmente alla metà di settembre, ma allo stesso tempo Paolo Bonolis non esclude una nuova staffetta con Gerry Scotti. Il conduttore romano, infatti, difende il lavoro dell'esimio collega, ricordando come sia difficile presentare un programma realizzato interamente sulle caratteristiche di un altro presentatore. Secondo il 53enne presentatore capitolino, Scotti se l'è cavata egregiamente: "Gerry ha lavorato benissimo ed ha ottenuto ottimi risultati".

A proposito dei risultati, si è parlato molto, in questi mesi in cui è avvenuto il passaggio di testimone alla conduzione di "Avanti un altro", del calo di ascolti fatto registrare dal presentatore lombardo. Paolo Bonolis, non condivide queste critiche e ricorda come, rispetto a "Money Drop" trasmesso da Canale 5 lo scorso anno nella stessa fascia oraria di "Avanti un altro", sia andato molto peggio, e come Scotti sia riuscito a mantenere in questi mesi uno share del 15%, ottimo per uno show del preserale. Se c'è stata una leggera flessione negli ascolti, per Bonolis è avvenuta in conseguenza delle festività e dei ponti, quando il pubblico del programma condotto da lui e da Gerry Scotti, soprattutto la fascia giovane, molto affezionata ad "Avanti un altro", certamente aveva di meglio da fare che stare davanti alla Televisione nel tardo pomeriggio.