Brutta tegola sul capo di Claudio D'Alessio, figlio del famoso cantautore napoletano Gigi D'Alessio e al centro delle notizie di Gossip per la relazione con Nicole Minetti. Stavolta, però, il gossip c'entra poco, dato che il giovane è stato denunciato dalla colf che l'avrebbe accusato di averla aggredita con pesanti insulti e anche spintoni. La donna ha 52 anni, è ucraina, risiede a Fondi, nella provincia di Latina, e qualche giorno fa ha sporto denuncia alla polizia locale.

La colf ha raccontato la sua versione dei fatti, sostenendo che la notte del 5 luglio è stata aggredita verbalmente e anche fisicamente da Claudio D'Alessio nell'appartamento situato al quartiere Parioli di Roma. Secondo la versione della 52enne ucraina, nel corso della notte, il figlio di Gigi D'Alessio, sarebbe rientrato a casa insieme alla fidanzata Nicole Minetti, ridendo in maniera scomposta e facendo tanto baccano. La donna, svegliatasi all'improvviso per i rumori, si sarebbe poi lamentata per lo spavento preso. Da questa sua lamentela, ne sarebbe scaturita una vivace discussione, durante la quale Claudio D'Alessio l'avrebbe prima insultata pesantemente e poi anche presa a spintoni.

Il giorno dopo il fatto, la colf si sarebbe recata all'ospedale San Filippo Neri: qui, dopo averla visitata, i medici le avrebbero dato tre giorni di prognosi per aver riportato diverse contusioni e perché si trovava in un eccessivo stato d'ansia. La 52enne, a questo punto, se ne sarebbe tornata a Fondi, cittadina in cui risiede da anni, e lì avrebbe deciso di sporgere denuncia contro Claudio D'Alessio per aggressione, ingiurie e minacce.

Ma la colf, alla sua denuncia, ha aggiunto anche un bel "carico da 90", sostenendo di essere stata assunta senza regolare contratto e quindi di aver prestato servizio presso la casa del giovane D'Alessio a nero. Stando ad alcune voci, Nicole Minetti che sarebbe anche incinta di Claudio D'Alessio, nei prossimi giorni dovrebbe essere ascoltata dalla polizia che ha raccolto la denuncia, perché avrebbe assistito al fatto nelle vesti di testimone oculare.