Clamorose news per i fan de Il Segreto in onda su Canale 5, nell'ultimo periodo alle ore 18:50. Le ultime anticipazioni relative alla fortunata telenovela ci danno per sospesa la soap durante gran parte del mese di agosto 2014, dopo che si era ipotizzato a lungo una conferma del fortunatissimo sceneggiato che ha conquistato tutti gli italiani per la sua originalità. Il Segreto andrà comunque in video almeno fino al giorno 6 agosto 2014, mercoledì, alle 18:50 su Canale 5.

Il cambio d'orario, dalle 16:10 alle 18:50, ha fatto danni. La scelta era apparsa infelice ai più e i dati d'ascolto parlano chiaro. Con il caldo la voglia di mettersi sul divano davanti alla tv scema inevitabilmente.

Il desiderio di strafare sembra avere giocato un brutto scherzo agli esperti di Mediaset che hanno tentato di cavalcare la cresta dell'onda di uno strepitoso successo televisivo quale indubitabilmente si è rivelato lo sceneggiato di Aurora Guerra. Mettiamoci quindi l'anima in pace: dopo il 6 agosto 2014 niente avventure dei vari Pepa e Tristan, Olmo e Soledad, Antonio e Mariana, Alfonso ed Emilia fino a settembre. Dovremo accontentarci di rivedere le puntate più interessanti disponibili in Rete.

I dati del lieve flop

Posto alle 18:50, Il Segreto si è assestato su 2,9 milioni di telespettatori per andare poi calando fino a 2,5 milioni e uno share del 17%. Numeri non soddisfacenti dato lo straordinario avviamento della telenovela girata in Spagna nel 2011, che a dire il vero nella nuova fascia oraria ha dovuto fare i conti con uno show di successo quale "Reazione a catena" che è condotto da Amadeus, straordinario animale televisivo.

I migliori video del giorno

Si riparte quindi ai primi giorni di settembre 2014 al vecchio orario: quello delle 16:10, favorevole anche perché sfrutta a dovere il "traino" del seguitissimo "Uomini e donne" che ha uno zoccolo duro di fedelissimi. Non sappiamo però dirvi, al momento, quale sarà il giorno preciso nel quale Il Segreto ripartirà.

Il mese di settembre de Il Segreto partirà subito col classico botto e cioè la morte drammatica della bella levatrice. L'autrice a tale proposito ha predisposto un'uscita di scena davvero teatrale, spettacolare, con un'ostetrica (Pepa naturalmente) che lascia questa valle di lacrime nel momento che dovrebbe essere il più bello e cioè quello della generazione, che appare in consonanza con la speranza di un futuro migliore per un'invidiatissima famiglia.