La conduttrice della Rai Alda D'Eusanio ha trasmesso il suo dissenso tramite la sua pagina facebook, contro l'attuale Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Alda è stato un fiume in piena con la ciliegina sulla torta, rappresentata da un secco 'Vaffa...' all'indirizzo del capo del Governo. Tutto è nato dalla vicenda legata al blocco degli stipendi della Pubblica Amministrazione ed in particolare alla notizia del probabile sciopero da parte delle forze dell'ordine, quando Renzi ha esclamato stupito 'Non ci posso credere'.

La D'Eusanio a questa affermazione, ha reagito con furia mista rabbia e rivolta al giovane presidente, ha ricordato che le forze dell'ordine rischiano la vita per difendere i cittadini, fare la scorta ai politici (compreso lui), per 1300 euro al mese. Inoltre ricorda a Renzi che Polizia e Carabinieri, lavorano senza avere la benzina per le macchine di servizio e non hanno divise decenti, ma lavorano a denti stretti per dare sicurezza al Paese. Matteo Renzi ha affermato che siamo l'unico Paese al mondo con cinque forze di Polizia, ma la D'Eusanio ha ricordato al presidente che però l'Italia è l'unico Paese al mondo con quasi mille parlamentari che percepiscono uno stipendio d'oro e che un Presidente di Regione guadagna più del Presidente degli Stati Uniti d'America Barak Obama.

Nel suo post pubblicato su Facebook, Alda ha sottolineato che a luglio il sottosegretario alla Difesa, Rossi, aveva garantito lo sblocco delle retribuzioni, dichiarando che si sarebbe battuto per questa causa in quanto il blocco stipendiale, secondo lui, è un'offesa al senso del dovere ed allo spirito di servizio degli operatori della difesa. Poi Alda, con forza, li ha definiti 'Bugiardi', criticando le osservazioni del Presidente del Consiglio che ha parlato di 'ricatti' da parte dei sindacati di Polizia', inoltre ha definito lo Stato un organo che affama i suoi servitori, consegnando anche i due marò nelle mani di carcerieri stranieri. Alla fine, ha chiuso il post in questo modo: 'Matteo Renzi, sai cosa ti dico? Arivaffa....'