Oramai è giallo sul possibile arresto imminente a Roma del cantante canadese Justin Bieber, in riferimento all'ordine di cattura internazionale spiccata dal giudice argentino Alberto Julio Banos, è quanto riportato da vari quotidiani italiani - tra cui Il Mattino di Napoli - che con dovizia di particolari riporta che mercoledì mattina si sono presentati presso l'Hotel Hilton a Monte Mario, dove alloggia la star in Italia per girare l'ultimo film di Ben Stiller, i quali starebbero valutando la posizione della pop star canadese, e del suo possibile arresto come richiesto dal giudice argentino.

Ma ricordiamo i fatti che hanno portato a ciò - Qualche mese fa durante una sua tournée in Argentina esattamente a Buenos Aires, Justin Bieber al termine di un concerto si recò presso un famoso locale notturno e vi restò per tutta la notte per uscirvi solo all'alba in compagnia di alcune ragazze e decisamente "alterato" da qualche bicchierino di troppo, ma all'atto di raggiungere le auto che lo avrebbero dovuto riaccompagnare in albergo, un fotografo locale Diego Pesoa, fu malmenato dai bodyguard dell'artista in malo-modo riportando alcune lesioni solo perché stava facendo il proprio lavoro.

Lo stesso Pesoa così denunciò l'accaduto alle autorità giudiziarie ed il giudice Banos condannò per l'accaduto oltre lo stesso Bieber, i suoi bodyguard Hugo Alcides Hesny e Therrence Reche Smalls i quali erano stati istigati dalla pop star ad allontanare con modo poco urbani il Pesoa. Nel momento in cui fu fissata l'udienza, gli imputati non si presentarono. essendo non più in Argentina, da qui la richiesta d'arresto immediata tramite l'interpool e di conseguenza la clamorosa svolta di queste ultme ore. Purtroppo Justin Bieber non è nuovo a queste situazioni incresciose che hanno avuto altri precedenti, come una notte in cella per corse clandestine oppure l'aver lanciato uova contro la casa dei vicini.

Sicuramente le pop star hanno nel loro Dna simili sconcezze ma sarebbe bello che avessero una vita normale anche fuori dal loro "mondo".

Segui la nostra pagina Facebook!