Lo scoop di Striscia La Notizia questa volta colpisce membri della stessa famiglia Mediaset e per di più un conduttore molto vicino al patron dell'azienda. Ad essere silurate sono le due trasmissioni condotte da Paolo Del Debbio su Rete4, "Quinta Colonna"e "Dalla vostra parte". A far scattare le luci dei riflettori sarebbero alcuni servizi il cui titolare ha un nome preciso, Fulvio Benelli che avrebbe montato ad arte le sue interviste ingaggiando attori scelti tra gli uomini qualunque chiamati ad interpretare i ruoli di ladri e musulmani razzisti. A condurre l'inchiesta è stata una voce stabile di Striscia Moreno Morello.

Due servizi taroccati

Nella puntata del 27 aprile 2015 di Quinta Colonna si parla di Rom come indica il sottotitolo del programma "Rom Polivalente". Per la gioia di un compiaciuto Matteo Salvini presente in studio un rom intervistato confessa di vivere di furti, di campare rubando automobili. Nel servizio infatti viene immortalato il furto di una jeep. Ma il personaggio che nel servizio di Benelli vediamo solo di spalle confessa ai microfoni di Morello che la jeep in realtà era stata messa a disposizione da uno degli operatori, a lui spettava solo di simulare il furto, una scenata con cui si è guadagnato 300 euro.

Il 3 aprile lo stesso Benelli nell'altra trasmissione di Del Debbio, Dalla Vostra Parte, intervistava un presunto ragazzo musulmano chiamato a dare un parere sulla mattanza di cristiani in Kenya in cui erano morti 147 cristiani. Decisa la sua risposta a Benelli: "Sono d'accordo che fanno sterminio, se ammazzano tutti non mi frega un...". Si tratta dello stesso ragazzo che reinterpreterà il ruolo del rom. Sollecitato a renderne conto ammette: "Mi hanno detto di fare la parte del musulmano razzista, cattivo". Dunque le sue parole sono state indotte. Ha dovuto calarsi nella parte, visto che è anche cristiano praticante! Per di più questa volta il compenso è stato molto misero: solo 20 euro.

Reazione di Mediaset

Mediaset si è risentita, forse per lo sgarro alla deontologia professionale, forse perché ad infierire è stata una legione dello stesso esercito del Biscione. Il direttore di Videonews Claudio Brachino e il direttore del tg4 Mario Giordano hanno fatto sapere che "da oggi abbiamo interrotto qualsiasi rapporto con il giornalista e valuteremo le azioni legali". è intervenuto anche Del Debbio per sottolineare la distanza dal suo pupillo: "siamo sempre stati chiari e onesti con i nostri telespettatori e continueremo senza lasciare spazio a chi tradisce la nostra fiducia". Mediaset ha un po' di difficoltà con i suoi giornalisti visto che la stessa trasmissione di Antonio Ricci ha esiliato due volti storici del palinsesto, la coppia Fabio-Mingo, anch'essi accusati di intralciare la verità, e per le critiche contro la conduttrice di Pomeriggio5 Barbara D'Urso.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!