La bufera di Ferragosto si è abbattuta su Michelle Hunziker. Non stiamo parlando del maltempo che in questi giorni sta flagellando l'Italia, ma di un'aspra polemica che la vede protagonista di un presunto maltrattamento nei confronti della sua cagnolina Lilly. Il settimanale di Gossip "Di Più" ha pubblicato delle foto in cui si vede la conduttrice elvetica mentre, sulla spiaggia di Forte dei Marmi, intraprende un gioco piuttosto "pericoloso" con la sua barboncina, decidendo di seppellirla sotto la sabbia. Dalle immagini pubblicate dal giornale diretto da Sandro Mayer, sembra che la cagnolina non si diverta molto, restando intrappolata anche con le zampe, e mostrando una chiara difficoltà dal liberarsi di quella "prigione".

L'Aidaa, associazione animalista italiana, è subito intervenuta denunciando Michelle Hunziker presso il Tribunale di Milano, per maltrattamenti su animali.

La dura replica di Michelle Hunziker e l'attacco a Sandro Mayer

Sentitasi sotto assedio e, soprattutto, dopo essere stata denunciata dall'Aidaa, la Hunziker ha deciso di replicare, spiegando l'accaduto e scagliandosi contro Sandro Mayer, direttore di "Di Più". In un lungo post su Facebook, la consorte di Tomaso Trussardi definisce "un'invenzione" l'accusa di maltrattamento alla sua barboncina che, essendo parte della famiglia, non si sognerebbe nemmeno lontanamente di trattare male e, soprattutto, di farla soffrire. Subito dopo, parte l'invettiva contro il giornalista.

Infatti, la conduttrice svizzera accusa Mayer e alcuni giornalisti di inventare notizie di sana pianta, perché nel mese di agosto è difficile trovarne e, soprattutto, perché c'è l'ansia di vendere a tutti i costi. In conclusione del suo intervento, Michelle Hunziker invita con decisione Sandro Mayer ad evitare di diffondere notizie false, altrimenti il suo settimanale rischia "di sembrare un pessimo fumetto!".

Sandro Mayer non ci sta e risponde per le rime

Attaccato senza mezze misure dalla showgirl elvetica, il direttore di "Di Più" risponde, scrivendo sul blog dell'Aidaa. Innanzitutto, con orgoglio, il giornalista sottolinea che il suo è "il settimanale più venduto d'Italia", proprio perché non inventa mai nulla e tutte le sue notizie sono credibili.

Mayer aggiunge anche che, in occasione dell'articolo su Michelle Hunziker, sono state pubblicate delle foto in cui si vede chiaramente la piccola Lilly imprigionata con le zampe nella sabbia a causa di un gioco di "dubbio gusto". Il direttore si è detto sorpreso nel vedere quelle foto, poiché ha sempre saputo che la madre di Aurora Ramazzotti è una donna che ama molto i cani. A corredo delle foto, il giornale ha pubblicato anche una lettera dell'ex patrigno della Hunziker e una dichiarazione dell'Aidaa che annuncia di aver denunciato la bionda conduttrice. Di conseguenza, Sandro Mayer respinge al mittente l'accusa di aver inventato tutto, invitando ad avere più rispetto del lavoro dei giornalisti.

A questo punto, c'è da capire come finirà il contenzioso giuridico tra Michelle Hunziker e l'Aidaa, nella speranza che davvero si tratti di un equivoco e che la piccola Lilly non abbia mai subito maltrattamenti.

Segui la pagina Gossip
Segui
Segui la pagina Michelle Hunziker
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!