Il momento così atteso è arrivato ad Amici di Maria De Filippi, quello dell'inizio vero e proprio delle lezioni dopo le precedenti settimane di dure selezioni nelle quali i prof della commissione si sono trovati davanti innumerevoli validi candidati tra i quali dover scegliere un gruppo ristretto di ragazzi pronti a formarela nuova classe degli aspiranti cantanti e ballerini del talent show, giunto ormai alla sua quindicesima edizione. E tra i prof di canto quest'anno c'è Fabrizio Moro che, in questa veste inedita, può davvero offrire il suo prezioso apporto umano e professionale ad ogni singolo allievo.

Lezioni di cantautorato

Chi meglio del "Moro" nazionale può dare "lezioni di cantautorato" e di composizione testuale: le sue canzoni sono delle vere e proprie poesie nelle quali ognuno di noi si rispecchia profondamente facendo proprie le parole dell'autore, attingendo a un patrimonio emozionale unico che ci coinvolge e ci appassiona in tutti i sensi, catapultandoci in un magico universo di note e versi che sa toccarci il cuore e l'anima come nessun altro. E in questa settimana il privilegio di essere il primo allievo al cospetto del professor Moro è stato del cantante Cristiano che si è trovato a comporre una canzone inedita con l'aiuto del cantautore romano.

Non chiamatemi prof

All'ingresso in aula Fabrizio Moro ha, però, subito voluto puntualizzare una cosaal giovane che lo salutava con un caloroso: "Buongiorno Prof", rispondendo: "Ma quale prof?

Chiamami Fabrizio". Ed è proprio in questi frangenti che esce fuori il solito grande Fabrizio, quello che non ha dimenticato da dove viene, ovvero San Basilio, un quartiere di Roma dove i pericoli superavano le opportunità e la strada insegnava la vita. Perchè il bagaglio che ha da offrire questo grande cantautore italiano ai ragazzi che oggi si trova di fronte è principalmente un bagaglio umano, fatto di esperienze belle e altre meno, di salite e discese, ma sempre a testa alta.

Non meno importante è il bagaglio professionale, con quelle virtù poetiche che gli sono congeniali più di chiunque e che possono contribuire incredibilmentealla crescita di ogni aspirante cantautore presente ad Amici.

Non si spengono le polemiche tra i fans

Eppure di fronte all'evidenza che un'esperienza come questa può essere soltanto costruttiva tanto per il prof Fabrizio Moro, quanto per gli allievi della scuola e per chi da casa può assistere al meraviglioso miracolo della nascita di una canzone, continuano le polemiche tra alcunifans del Moro.

C'è chi non riesce a capire questo tipo di opportunità, ovvero vedere un autore come il grande Moro all'opera: anche chi non ama questo format ha il dovere di riconoscere questo merito alla trasmissione di Maria De Filippi. I concerti mancano a tutti, a Fabrizio Moro per primo, ma un artista è tale quando può usare la sua arte in maniera universale, regalandone un pezzettino a chi lo ascolta e lo ama, ma anche a chi ancora non lo conosce e incomincerà ad amarlo dal primo istante in cui lo avrà ascoltato.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la pagina Amici Di Maria
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!